Avellino, pari contro il Novara: 1-1. Ma è ancora polemica con l’arbitro

AVELLINO-NOVARA:1-1

Avellino (4-4-2): Radunovic; Gonzalez, Jidayi (38′ st Migliorini), Djimsiti, Solerio (22′ st Bidaoui); Laverone, Omeonga, D’Angelo, Verde (10′ st Belloni); Castaldo, Ardemagni. A disp.: Lezzerini, Perrotta,  Eusepi, Camarà, All.: Novellino.

Novara (3-4-1-2): Da Costa; Lancini, Troest, Chiosa; Kupisz, Cinelli, Casarini, Calderoni; Orlandi; Galabinov (38′ st Lukanovic), Macheda (20 ‘st Sansone). A disp.: Montipò, Scognamiglio, Di Mariano, Malberti, Adorjan, Selasi, Koch All.: Boscaglia.

MARCATORI: 10′ pt Macheda (N), 30′ st Ardemagni (A, rig)

Arbitro: Ros di Pordenone.

NOTE: Spettatori: 2.403, Abbonati: 3.222 Ammoniti: Chiosa, Galabinov, Calderoni, Troest, Lancini (N), Angoli: 8-3 Avellino. Rec:1’pt, 3′ st

AVELLINO CALCIO –  Forfait di Federico Moretti. Problemi all’inguine per il centrocampista ex Latina e Vicenza. ll calciatore salterà la gara contro il Novara, in campo Solerio con Laverone dirottato sull’out destro di centrocampo.Brutta perdita per Novellino che si affida al classico 4-4-2. Il tecnico di Montemarano ha dovuto rinunciare anche a Paghera. Davanti a Radunovic, linea difensiva con Gonzalez-Jidayi-Djimsiti e Solerio.In mediana Laverone-Omeonga-D’Angelo e Verde. Davanti Castaldo-Ardemagni.

LA GARA-  3’azione confusa in area biancoverde con l’ex Sampdoria Macheda che conclude. Tiro deviato in angolo. 8′ azione insistita del Novara sull’out destro e mette un pallone al centro per la testa di Kupisz. Al 10′ il Novara va in vantaggio, tiro di Casarini da fuori con Macheda che da sotto misura manda i suoi avanti. 18′ Galabinov calcia dal limite, Radunovic con qualche difficoltà blocca. 22′ retropassaggio di Lancini per Da Costa che rischia di complicarsi la vita. 25′ Solerio salva sull’ex Chiosa a due passi da Radunovic. 26′ punizione di Verde che calcia direttamente in porta, Da Costa salva in angolo. 30′ conclusione su punizione di Verde, tiro debole bloccato da Da Costa. 36′ angolo di Verde con D’Angelo che ci prova in rovesciata, ma il capitano non riesce ad essere pericoloso. 42′ l’Avellino ci prova con Solerio prima, tiro deviato la sfera giunge a Castaldo che calcia a rete, conclusione ribattuta nuovamente dalla difesa. La sfera giunge a Verde, tiro debole bloccato da Da Costa. Nel finale fallo su Castaldo, ma la posizione del numero 10 era irregolare. Dopo un minuto di recupero finisce la prima frazione.

SECONDO TEMPO – 6′ D’Angelo per la testa di Castaldo, conclusione debole bloccata da Da Costa. 9′ D’Angelo lancia Verde che si allunga la palla e svanisce l’occasione per l’Avellino. 10′ Belloni prende il posto di Verde che non prende troppo bene il cambio. 12′ Jidayi si alza la palla al limite e calcia da fuori, ma Da Costa risponde presente. Entra anche Bidaoui, l’Avellino passa al 4-2-4. 24′ ci prova Bidaoui dal limite, pallone che finisce alto sulla traversa. Brutto fallo di Calderoni su Belloni, ma l’arbitro ammosce solamente il difensore novarese. 28′ Jidayi mette in mezzo di testa per D’Angelo che viene salvato in angolo da Casarini. Sul susseguente tiro dalla bandierina Jidayi impatta di testa, il Novara salva sulla linea, ma Ardemagni di tacco deposita in rete. L’arbitro annulla per un presunto fuorigioco. Proteste dell’Avellino.

30′ fallo di Da Costa su Ardemagni, Ros concede il calcio di rigore.  L’attaccante ex Modena pareggia i conti con freddezza, pallone da un lato e Da Costa dall’altro.  Il numero 33 arriva in doppia cifra.

43′ Sansone arrivato in area scivola sulla palla e l’Avellino si salva in fallo laterale.  L’Avellino reagisce bene e riesce a portare a casa il pareggio.  Un punto importante, resta però il rammarico per un gol annullato regolare.  Domenica prossima, tappa, fondamentale a Terni. Applausi per Walter Novellino e la squadra all’uscita dal campo. La terna arbitrale esce trai fischi.

Ultimi Articoli

Top News

Crippa firma a Ostrava il nuovo record italiano dei 5000 metri

8 Settembre 2020 0
OSTRAVA (REPUBBLICA CECA) (ITALPRESS) – Serata da leggenda per Yeman Crippa (foto archivio Colombo/Fidal) a Ostrava (Repubblica Ceca). Dopo trent’anni cade il record italiano dei 5000 metri: l’azzurro corre in 13:02.26 e migliora il primato che dal 1990 apparteneva a Totò Antibo (13:05.59). Un record che era nell’aria, e fortemente voluto dal 23enne delle Fiamme […]

[…]

Top News

Coronavirus, Azzolina “Rischio zero non esiste”

8 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “Abbiamo lavorato sulla prevenzione con diverse misure. Il rischio zero non esiste, ma ci siamo preparati. Nel caso ci fosse un sospetto positivo è stato predisposto uno spazio apposito, successivamente viene chiamata la famiglia. Poi il sistema sanitario nazionale prende in carico il paziente: se fosse positivo si andrebbe a vedere con […]

[…]

Top News

Primo stop per l’Under 21 di Nicolato, azzurrini ko in Svezia

8 Settembre 2020 0
KALMAR (SVEZIA) (ITALPRESS) – L’Italia Under 21 cade per la prima volta sotto la gestione Nicolato. Allo stadio Fredriksskans di Kalmar la Svezia domina sugli azzurrini infliggendo loro la prima sconfitta in sei gare di qualificazione al prossimo Europeo. Archiviato il successo in amichevole a Lignano Sabbiadoro contro la Slovenia, nella trasferta svedese i ragazzi […]

[…]

Top News

Conte a Beirut “Italia in prima linea per la ricostruzione”

8 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Una giornata ricca di incontri istituzionali e momenti di confronto e dialogo quella del premier italiano Giuseppe Conte a Beirut, che si è conclusa con la visita all’ospedale da campo allestito dai militari italiani nel campus universitario di Hadat. Il campo, appena completato, sarà operativo già dalle prossime ore, e potrà ospitare […]

[…]