Il San Tommaso festeggia, l’Agropoli attacca: “Accoglienza ostile, da terzo mondo…”

Il San Tommaso è in Serie D.

E mentre nel popoloso rione avellinese, e in tutta la città in generale, si festeggia la promozione in quarta serie, ad Agropoli si mastica amaro per la sconfitta subita ieri a Pratola Serra.

Un risiutalto che ha decretato il trionfo dei biancoverdi di Francesco Messina e il tonfo del club del presidente Cerruti, partito con i favori del pronostico, ma costretto a battersi nella lunga lotteria dei play off per un posto in Serie D.

Anzichè accettare il risultato del campo, riconoscere la superiorità dell’avversario, il patron dell’Agropoli ha inteso spostare l’attenzione su quanto sarebbe avvenuto fuori dal rettangolo di gioco, in modo da fare passare in secondo piano il fallimento sportivo del suo club, peraltro gemellato con l’ex Avellino di serie B.

Indubbiamente il patron Cerruti ha person una buona occasione per stare zitto, rovinando pure quell’immagine di ottimo rapporto che esisteva con l’ambiente calcistico avellinese.

Il patron dei cilentani ha denunciato, attraverso il sito ufficiale della squadra, di avere ricevuto un trattamento ostile, ieri, al De Cicco di Pratola Serra.

Il trattamento riservato all’Agropoli è stato vergognoso per ciò che concerne l’accoglienza – si legge nella nota -. Tra dirigenti della squadra avversaria che si sono permessi il lusso di salire sul pullman della formazione cilentana ad urlare contro il personale, ad altri che hanno iniziato a provocare i calciatori e lo staff appena arrivati allo stadio fino ad arrivare a problemi nell’accesso all’impianto di persone regolarmente accreditate. Una situazione da calcio del terzo mondo”.

Un’ altra pagina di vergogna nel mondo dello sport – ha dichiarato Cerruti -. Si sono persi i valori della sportività e del rispetto. È stato impedito a mia moglie e a mia figlia di presenziare nonostante fossero iscritte nella lista degli accrediti. Noi ci siamo attenuti scrupolosamente alle disposizioni delle autorità competenti, ma l’ostilità vergognosa da parte del San Tommaso ha superato ogni limite. Proprio all’ ingresso della squadra uno che si è qualificato come dirigente della squadra irpina ha creato un clima di inutile tensione. Per fortuna dopo mezz’ora dall’inizio della gara è stato possibile l’ingresso a persone che erano nella lista. Ho dovuto sollecitare i dirigenti federali campani per far sì che elementari diritti fossero rispettati”.

Si attende ora la risposta della dirigenza del San Tommaso, attaccata duramente dall’Agropoli.

Intanto, però, la squadra del presidente Cucciniello si gode il meritato trionfo. E l’Agropoli deve invece pensare al suo tonfo.

Ultimi Articoli

Top News

Mattarella “Addolora la violenza che ostacola la ripresa”

18 Ottobre 2021 0
PISA (ITALPRESS) – “Sorprende e addolora che proprio oggi vediamo una ripresa, e non quando vi erano momenti con l’orizzonte oscuro, quando si temeva il crollo del Paese, proprio adesso esplodono fenomeni, iniziative e atti di violenza e di aggressiva contestazione. Quasi a volere ostacolare la ripresa che il Paese sta vivendo e che deve […]

[…]

Top News

McDonald’s con Ghali per raccontare come cambia il Big Mac

18 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – McDonald’s lancia il nuovo modo di preparare i panini, e con l’occasione annuncia una nuova collaborazione con Ghali, uno dei volti italiani testimoni dei valori dello stare insieme, dell’inclusione e della multiculturalità.Quella con Ghali si inserisce nella scia delle collaborazioni internazionali portate avanti da McDonald’s in altri Paesi con artisti come Travis […]

[…]

Top News

Dal Pino “Stato non ha a cuore calcio, daspo a vita ai razzisti”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – E’ una ferita aperta, anche se ancora in tempo per essere guarita. “E’ difficile comprendere come uno stato non abbia a cuore settore che ha versato oltre 14 miliardi di contribuzioni”. Paolo Dal Pino, presidente della Lega Serie A e vice-presidente vicario della Figc, non nasconde la delusione cocente per il decreto […]

[…]

Top News

Urne aperte per i ballottaggi alle 7, affluenza in calo

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Si e’ fermata al 33,34% l’affluenza nel primo giorno dei ballottaggi nei 65 Comuni chiamati al voto, secondo la rilevazione delle 23 di ieri del Viminale. I seggi hanno riaperto alle 7 e si votera’ fino alle ore 15. Subito dopo avverra’ lo spoglio delle schede. L’appuntamento elettorale coinvolge circa 5 milioni […]

[…]

Top News

Green Pass, Toti “Giusto manifestare, no bloccare chi vuole lavorare”

18 Ottobre 2021 0
GENOVA (ITALPRESS) – “Ho parlato con il Ministro dell’Interno, con il prefetto e il questore di Genova oggi. Il punto è che le proteste sono assolutamente legittime, ma la maggioranza del Paese si è espressa chiaramente a favore di un’Italia che riparte. E non sarebbe tollerabile allora che i porti diventassero la frontiera ostaggio di […]

[…]