Giudice Sportivo, come volevasi dimostrare: respinto il ricorso del Budoni

Come volevasi dimostrare: il reclamo del Budoni, avverso le posizioni di Pizzella, Morero e Tribuzzi, è stato rigettato dal Giudice Sportivo che ha pure addebitato la tassa del ricorso sul conto della società sarda. 

Come annunciato da IrpiniaOggi (leggi qui) il Calcio Avellino ha conservato la vittoria ottenuta sul campo, con il risultato di 4-1, confermandosi a cinque punti dal primo posto occupato dal Lanusei.

Il Budoni aveva presentato reclamo per le posizioni, ritenute irregolari, di Pizzella, Morero e Tribuzzi, sanzionati con la squalifica soltanto poche ore prima del recupero del match di San Teodoro, non disputato precedentemente a causa del forte vento.

Il Calcio Avellino, come da regolamento, aveva regolarmente schierato i tre calciatori, poiché come si legge nelle motivazioni dell’organo giudicante, le sanzioni devono essere scontate dal giorno immediatamente successivo a quello di pubblicazione del comunicato ufficiale.

Di seguito il comunicato del Giudice Sportivo:

“Il Giudice Sportivo, – letto il reclamo fatto pervenire a seguito di tempestivo preannuncio dalla A.S.D. POL CALCIO BUDONI, con il quale si deduce la irregolare posizione, nella gara in epigrafe, di due calciatori schierati dal CALCIO AVELLINO S.S.D., il n.1 Pizzella Antonio e il n. 19 Tribuzzi Alessandro; 

– lette le controdeduzioni depositate dal CALCIO AVELLINO S.S.D. con le quali si sostiene che le sanzioni comminate ai predetti calciatori andavano scontate successivamente allo svolgimento della gara con l’A.S.D. POL CALCIO BUDONI e si richiede, pertanto, il rigetto del reclamo; 

– rilevato che entrambi i calciatori summenzionati erano stati espulsi nel corso della gara TORRES — CALCIO AVELLINO S.S.D., 18a giornata di andata del Campionato Nazionale SERIE D – Girone F, disputata in data 16 dicembre 2018 e che le relative sanzioni sono state comminate da codesto Giudice Sportivo con C.U. n. 64 del 19 dicembre 2018, pubblicato il giorno stesso in cui si è svolta la gara in epigrafe; 

– rilevato che l’art. 22, co. 2 del CGS è chiaro ed inequivoco nel prevedere che “Le sanzioni che comportano squalifiche dei tesserati devono essere scontate a partire dal giorno immediatamente successivo a quello di pubblicazione del comunicato ufficiale” e che le uniche eccezioni dal medesimo contemplate rimandano all’art. 22 comma 11, CGS, vale a dire le fattispecie per le quali è previsto l’obbligo di comunicazione diretta agli interessati, ovvero all’art. 45, comma 2, CGS, norma inserita nell’ambito delle disposizioni dedicate alla disciplina sportiva in ambito regionale della LND e del settore per l’attività giovanile e scolastica;

– rilevato che il richiamo all’art. 45 CGS operato dal sodalizio reclamante a fondamento del proprio ricorso è manifestamente inconferente rispetto alla fattispecie in oggetto. 

Delibera: 

3

4) di rigettare il reclamo; 

5) di convalidare il risultato della gara conclusasi con il seguente punteggio: A.S.D. POL CALCIO BUDONI – AVELLINO CALCIO S.S.D. 1 — 4; 

6) di addebitare la tassa di reclamo sul conto della A.S.D. POL CALCIO BUDONI”.

Ultimi Articoli

Top News

Chiuse iscrizioni Touchpoint Awards\Strategy 2020, giurie al lavoro

24 Novembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono ufficialmente chiuse le iscrizioni ai Touchpoint Awards\Strategy 2020, il riconoscimento di Oltre La Media Group dedicato al Brand Positioning e alla costruzione delle più efficaci strategie di comunicazione. Sono circa un centinaio i progetti iscritti in competizione per i premi di categoria e per aprirsi la strada verso la conquista del […]

[…]

Top News

Sigarette elettroniche, in Italia sempre più diffuse

24 Novembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Non si arresta in Italia il fenomeno delle sigarette elettroniche, con un significativo aumento dei vapers: circa 264mila unità in soli 4 mesi, di cui circa 160.000 nei mesi di lockdown con un totale, a luglio, di oltre un milione e trecentomila. E’ quanto risulta da una rilevazione dell’Osservatorio myblu di Kantar […]

[…]

Top News

Gang delle scommesse, arresti e sequestri tra Sicilia e Campania

24 Novembre 2020 0
PALERMO (ITALPRESS) – Smantellate due organizzazioni criminali che gestivano la raccolta illegale delle scommesse. L’operazione è stata eseguita dalla Guardia di finanza di Palermo, che ha eseguito 15 misure cautelari. Inoltre, sono state sequestrate sei agenzie tra Palermo e Napoli.Su delega della locale Procura di Palermo – Direzione Distrettuale Antimafia, coordinata dal procuratore aggiunto Salvatore […]

[…]