Ercolano: c’è giusta sintonia, qui mi sento a mio agio

AVELLINO CALCIO – Si è rimesso in discussione ad Avellino ed è una scommessa da vincere soprattutto per il direttore sportivo Enzo De Vito. Sergio Ercolano dovrà guadagnarsi la stima di tifosi ed allenatore sul campo dopo aver passato un periodo non facile pre Aversa Normanna. L’impatto con la nuova realtà è stato abbastanza positivo “tant’è che sembra si giochi insieme da parecchio tempo. Questo è un aspetto importante. Vecchi e nuovi si stanno integrando bene”. Parole di un centravanti che si è messo in mostra qualche anno fa in serie D a Sapri, prima di essere prelevato dalla Cavese, vincendo un campionato di serie C2 e realizzando in complessivo 19 gol in 61 presenze per poi essere ceduto nel gennaio del 2007 al Perugia dall’ex direttore sportivo Nicola Dionisio. Ha avuto anche il piacere di esordire in serie B il 21 febbraio del 2008 in Treviso-Modena 0-1. Ai veneti fu girato dal club umbro. Poi, lo svincolo d’ufficio dopo il fallimento e la chiamata dell’Aversa Normanna. Adesso, la chance del rilancio con l’Avellino. “Il mio obiettivo è di andare pari passo con società e squadra, oltre a ripagare sul campo la fiducia di tutti. Del gruppo conosce bene Pettinari e De Gol, uno giovane l’altro più navigato. Possono davvero fare bene”. Anche in Prima Divisione? “Me lo auguro. E’ un periodo difficile per il calcio. Le società sono in crisi e quelle sane vanno premiate per gli sforzi che fanno”.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]