Citro, gol e fantasia al sevizio del Frosinone

E venne il giorno di Nicola Citro in giallazzurro. Il Messi di Fisciano, cittadina in provincia di Salerno che gli ha dato i natali e dove ha iniziato a muovere i primi calci, approda al Frosinone passando per tre stagioni comunque importanti per lui con la maglia del Trapani. Citro è partito dalla Valle dell’Irno con una targhetta attaccata sulla valigia, su scritto ‘talento naturale’.

Nella sua carriera stagioni nella Sanseverinese nel 2006-’07 e poi il Marcianise. Dalla Promozione alla Serie D. E poi le avventure con le maglie di Ebolitana, Valle Grecanica e Città di Messina prima di approdare al Trapani nell’estate del 2014 alla corte di Boscaglia. Figlio del Sud, estroso, innamorato dei ‘disegni’ con il pallone sul campo di calcio.

Citro nel suo percorso calcistico ha sempre avuto al fianco l’appoggio della sua famiglia, pronta a seguirlo e sostenerlo in ogni sua avventura. Un sogno che si è avverato, Citro in questa serie B è considerato elemento di categoria. Lui cerca con la maglia del Frosinone la definitiva consacrazione e magari anche di toccare con mano quel sogno che gli è sfuggito per un soffio, nonostante la rete del momentaneo 1-0, nella finale playoff con il Pescara di due stagioni fa. Nella stagione migliore dei granata tra i Cadetti, il neo giallazzurro mise a segno 14 reti, ponendosi all’attenzione degli addetti ai lavori anche come miglior cannoniere della squadra allenata da Cosmi.

Sul talento campano si sono avvicinate tante società in questa calda e (troppo) lunga estate di calciomercato. Addirittura un club della massima serie dell’Azerbaijan, il Qarabag, che aveva messo sul piatto un triennale sostanzioso. Lo scorso inverno per Nicolino, così lo chiamano simpaticamente dalle sue parti, si era manifestato anche l’interesse dell’Empoli e del Benevento. Il Frosinone ha saputo aspettare ed ha piazzato il colpo, unica società a mettere sul piatto un’offerta reale, esattamente come aveva chiesto a metà di luglio il ds dei granata Polenta quando a Citro vennero accostate altre piazze.

Ultimi Articoli

Top News

Dl bollette, Cingolani “Aumenti per 9 mld, compenseremo con 3,5 mld”

23 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Un anno fa il gas per produrre un Megawattora costava 40 euro, oggi invece 150. Questo non è solo un problema dell’Italia, perchè c’è più richiesta e si sono spostati i flussi. Ci sarà una richiesta enorme di gas. C’è un movimento energetico globale che dobbiamo controllare”. Così il ministro della Transizione […]

[…]