Calcio, Taccone: “Pronto a lasciare per il bene dell’Avellino”

A.V. – Salta la trattativa con l’Onorevole Angelo D’Agostino o semplicemente il patron dell’Avellino Calcio Walter Taccone rimanda alla prossima settimana l’acquisizione della maggioranza del pacchetto societario del deputato di Scelta Civica? Una perplessità, nelle ultime ore, per molti tifosi che seguono le sorti dei biancoverdi: “Le trattative sono ferme alla prima volta che io Angelo ci siamo incontrati alla Mercedes, da allora non l’ho più sentito – dichiara il medico avellinese -. So che c’è in atto un’offerta ma non ne conosco il contenuto. Immagino e presumo che con il giorno festivo di mezzo, lunedì qualcuno si farà vivo”.

Il presidente del sodalizio biancoverde sembra essersi convinto a compiere un passo indietro e cedere un’alta percentuale di quote a D’Agostino consentendogli non solo l’ingresso in società, ma anche il potere decisionale: “Io non sono mai stato un accentratore, a differenza di quello che si pensa – precisa Taccone -.

Mi sono caricato sulle spalle le responsabilità di socio di maggioranza di un club calcistico andando sempre per la mia strada. Oggi, se qualcuno vuole affiancarmi o essere il principale attore, sono pronto a fare un passo indietro. Il calcio è diventato un’emozione troppo importante, che non mi fa stare più tranquillo e spensierato – confessa -.

Pesano troppo i risultati calcistici, quindi credo sia arrivato il momento di farmi da parte anche se non è una situazione facile perché lascio una parte del mio cuore in questa avventura. Tutte le cose, però, sono destinate a nascere, a crescere e a finire. E se ho preso questa dolorosa decisione è per il bene dell’Avellino. Lascio perché i tifosi vogliono subentri qualcuno che abbia più capacità economiche”.

Il socio di minoranza Michele Gubitosa ha più volte sottolineato che nel caso in cui Taccone bocciasse la proposta dell’imprenditore irpino, uscirebbe di scena: “Questa è una favola dietro la quale Michele si sta trincerando – continua Taccone -.

In questi due anni ha fatto dei grandi sacrifici per partecipare a questa iniziativa. Lo ha fatto veramente in maniera egregia e corretta. Avendo un 20%, probabilmente, ha accusato il fatto di non poter decidere autonomamente. Credo che Gubitosa sia arrivato ad un punto tale che non vuole andare avanti o sta creando un piccolo alibi perché crede che io non sia volenteroso di lasciare”.

Ultimi Articoli

Top News

Telefonata Draghi-Von der Leyen “L’Ue acceleri sui vaccini”

3 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto oggi pomeriggio una conversazione telefonica con la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Al centro dello scambio di vedute – rende noto Palazzo Chigi – è stato in particolare l’obiettivo prioritario di un’accelerazione nella risposta sanitaria europea al Covid-19, soprattutto per quanto […]

[…]

Top News

Gol, spettacolo ed emozioni: Sassuolo-Napoli finisce 3-3

3 Marzo 2021 0
REGGIO EMILIA (ITALPRESS) – Succede di tutto tra Sassuolo e Napoli, tra errori e prodezze. Al Mapei Stadium decidono due rigori negli ultimi minuti, il primo realizzato da Insigne e il secondo da Caputo su sciocchezza di Manolas: finisce 3-3. Ennesimo passo falso degli azzurri che sembravano aver in mano la vittoria a pochi secondi […]

[…]

Top News

Coronavirus, 20.884 nuovi casi e 347 decessi in 24 ore

3 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Superano quota 20 mila i nuovi contagi da coronavirus in Italia, esattamente 20.884 in forte crescita rispetto ai 17.083 di ieri. Boom dei tamponi effettuati, ben 358.884 con un indice di positività che cresce al 5,8%. Sono questi i dati contenuti nel consueto bollettino sul coronavirus. I decessi sono 347, in leggerissima […]

[…]