Calcio Parma, differenziato per due nella seduta pomeridiana

Il Parma Calcio questo pomeriggio si è allenato al Centro Sportivo di Collecchio in vista della gara contro l’Avellino (Stadio Partenio-Lombardi, giovedì 29 marzo ore 20:30) con una seduta a porte chiuse.

I crociati hanno iniziato la seduta con un lavoro di core stability e di forza funzionale, proseguendo poi con un lavoro tattico ed una partitella.

Amato Ciciretti ha lavorato in parte con il gruppo e in parte con modalità differenziata. Matteo Scozzarella ha lavorato con modalità differenziata.

Domani, mercoledì 28 marzo, vigilia della gara di Serie B ConTe.it (33^ giornata), è previsto sempre al Centro di Collecchio un allenamento a porte chiuse, seguito alle ore 13:00 in sala media dalla conferenza stampa pre-match di Mister Roberto D’Aversa.

Ultimi Articoli

Top News

La Juve cede al Barca, Dembelè-Messi gol allo Stadium

28 Ottobre 2020 0
TORINO (ITALPRESS) – Il Barcellona trova per la prima volta la vittoria in casa della Juventus. Mai vincente a Torino nei sei precedenti, la squadra blaugrana porta a casa il successo per 2-0 nella seconda giornata di Champions League. Una vittoria che lancia la squadra catalana in testa al girone in solitaria. Alla vigilia speranzosa […]

[…]

Top News

Lazio in piena emergenza pareggia 1-1 a Bruges

28 Ottobre 2020 0
BRUGES (BELGIO) (ITALPRESS) – La Lazio in completa emergenza chiude sull’1-1 contro il Bruges nella 2^ giornata del girone F di Champions League. Succede tutto nel primo tempo, i biancocelesti vanno in vantaggio con Correa ma il calcio di rigore, regalato da Patric e segnato da Vanaken, fissa il risultato sul pareggio. La Lazio è […]

[…]

Top News

Covid, Macron reintroduce lockdown con chiusura fino al 1 dicembre

28 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Nel giorno in cui la Francia sfiora i 70 mila contagi in 24 ore, il presidente Emmanuel Macron si presenta in tv all’ora di cena e annuncia il lockdown a partire da venerdì. “Siamo sopraffati dall’accelerazione dell’epidemia” ammette.“I nostri ospedali saranno pieni, se non diamo un colpo mortale oggi i medici dovranno […]

[…]