Calcio Avellino, Taccone: “Fotogramma del fallo su Castaldo inviato a Morganti”

La gara tra Avellino e Pescara è sotto la lente di ingrandimento del designatore degli arbitri della Can di B.

Il fallo non ravvisato da Daniele Minelli di Varese, a quattro minuti dal triplice fischio, per un fallo netto di Crescenzi su Castaldo che viene messo giù in area e per di più ammonito, ha condizionato il risultato della gara.

“Avremmo potuto vincere la partita – tuona il patron biancoverde Walter Taccone -. Il fallo su Castaldo era da sanzionare con la massima punizione. Purtroppo per noi, il signor Minelli, del quale non metto in dubbio la buona fede, non lo ha visto. Ma lo vedrà, scoprendo il suo errore, rivedendo il fotogramma”.

Fotogramma inviato al signor Emiddio Morganti, commissario della Can B: “Non vogliamo trovare alibi ad un periodo negativo del campionato – precisa Taccone – ma teniamo a sottoporre al signor Morganti un episodio che, nella sostanza, ci ha penalizzati e non poco”.

Ultimi Articoli