Barillà è un giocatore del Parma Calcio. In maglia Crociata anche Frediani e Galuppini

La Società Parma Calcio 1913 comunica l’acquisto a titolo definitivo dei giocatori Antonino Barillà, Marco Frediani e Francesco Galuppini, che hanno firmato un contratto triennale con scadenza 30.06.2020.

Antonino Barillà, centrocampista (Reggio Calabria 01.04.1988) era svincolato dal Trapani Calcio, dove ha giocato nelle ultime tre stagioni in Serie B.

Marco Frediani, attaccante ed esterno (Roma 12.03.1994) è stato acquistato dall’As Roma (nella stagione 2016/2017 ha giocato con l’Ancona in Lega Pro).

Francesco Galuppini, attaccante (Brescia 17.19.1993) era svincolato dal Ciliverghe Mazzano, dove ha giocato in Serie D nella stagione 2016/2017.

Ultimi Articoli

Top News

Gruppo Hera, 3,2 miliardi di investimenti nel piano industriale al 2024

13 Gennaio 2021 0
BOLOGNA (ITALPRESS) – Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Hera ha approvato il Piano industriale al 2024. “Il nuovo documento strategico quinquennale riflette un rinnovato impegno per lo sviluppo e la crescita, alzando le attese rispetto al Piano precedente, con azioni per la transizione energetica e la tutela ambientale, l’evoluzione tecnologica e la coesione sociale”, […]

[…]

Top News

Marotta “Suning valuta opportunità nell’interesse dell’Inter”

13 Gennaio 2021 0
FIRENZE (ITALPRESS) – “La proprietà Suning sta valutando le opportunità nell’interesse dell’Inter e nel rispetto del blasone storico del club, del presente e del futuro”. Con queste parole, rilasciate ai microfoni di RaiSport, l’amministratore delegato nerazzurro, Giuseppe Marotta, commenta le indiscrezioni circa possibili novità societarie. “Detto questo – ha aggiunto Marotta nel pre-partita della sfida […]

[…]

Top News

Governo, l’appello di Grillo “Nessuno si sottragga alla responsabilità”

13 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Non può esistere in questo momento una distinzione tra maggioranza ed opposizione perchè tutti i rappresentanti del popolo devono contribuire uniti a sostenere, in uno dei momenti più bui della sua storia, il Paese. Nessuno cerchi scusi o pretesti per sottrarsi a questa grande responsabilità o ancor peggio faccia in questo momento […]

[…]