Avellino calcio, ufficializzati tre calciatori: hanno firmato contratti biennali

Tris di ufficialità per l’Avellino, che oggi ha comunicato gli ingaggi del centrocampista Alberto De Francesco, del portiere Pasquale Pane e dell’attaccante Emanuele Santaniello. Tutti e tre hanno firmato un contratto biennale con il club irpino.

Alberto De Francesco è nato a Roma il 12 ottobre 1994, è cresciuto nelle giovanili della Lazio. In carriera ha indossato le maglie di Ischia, L’Aquila, Spezia e Reggina collezionando in totale 185 presenze nei tornei professionistici, 18 in serie B, 149 in serie C e 18 tra playoff, playout, Tim Cup e coppe di categoria.

“Cercavamo un play di sicura affidabilità e credo che sul mercato abbiamo pescato l’occasione migliore – ha affermato il direttore sportivo Salvatore Di Somma – Alberto ha enormi qualità e rappresenta esattamente il genere di centrocampista centrale che mi ha indicato mister Braglia. Accrescerà ulteriormente il tasso qualitativo della nostra rosa”.

Emanuele Santaniello è nato a Napoli il 27 gennaio 1990. Nel suo curriculum una lunga esperienza tra serie D e Lega Pro con le maglie di Sapri, Cavese, Città di Marino, Saregno, Vigor Trani, Noto, Mariano Keller, Torres, Paganese, Marcianise, Gragnano, Altamura e Picerno.

Nel massimo campionato dilettantistico ha collezionato 219 presenze e messo a segno 92 reti. Tra i professionisti, invece, 55 apparizioni nel campionato di serie C e 11 gol.

“Negli ultimi 4 anni Emanuele ha sempre avuto continuità dal punto di vista realizzativo – ha affermato Di Somma – questo aspetto, oltre alle sue caratteristiche tecniche che ben si sposano con gli altri attaccanti in organico, ci ha spinto ad ingaggiarlo appena si è presentata l’opportunità. Avellino può essere la piazza della sua definitiva consacrazione tra i professionisti”.

Pasquale Pane è nato ad Acerra (NA) l’11 Marzo 1990. Nel suo curriculum una lunga esperienza nel campionato di serie C con le maglie di Cavese, Barletta, Ischia, Aprilia, Benevento, Mantova, Akragas, Siena, Sicula Leonzio e Picerno. In totale 237 presenze tra la serie C e la vecchia C2.

“Pasquale è un portiere che ho già avuto nella mia precedente esperienza a Benevento – ha dichiarato Di Somma – oltre ad essere un calciatore di indubbia affidabilità tecnica ha anche le qualità umane che ricerchiamo. Possiamo affermare che con lui e Forte abbiamo una coppia di portieri di assoluto spessore per la categoria”.

Ultimi Articoli

Top News

Maiolini “Una nuova Iri per rilanciare il settore bancario”

20 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Una banca che guarda a nuovi settori, dall’immobiliare alle rinnovabile, valorizzando il territorio e le sue tradizioni. L’amministratore delegato della Banca del Fucino, Francesco Maiolini, racconta storia e futuro dell’istituto, nel corso dell’intervista a Claudio Brachino per la rubrica “Primo Piano” dell’agenzia Italpress. “Quando abbiamo sposato l’operazione Fucino in realtà non abbiamo […]

[…]

Top News

Draghi “In Italia vaccinazione più spedita che nel resto d’Europa”

20 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Dopo un avvio stentato, la campagna di vaccinazione europea ha raggiunto risultati molto soddisfacenti. Nell’Unione europea, quasi quattro adulti su cinque hanno ricevuto almeno una dose di vaccino, per un totale di 307 milioni di persone. In Europa, abbiamo somministrato 130 dosi di vaccino per 100 abitanti, a fronte delle 121 negli […]

[…]

Top News

Ue, Gentiloni “Adattare il Patto di Stabilità agli investimenti”

20 Ottobre 2021 0
BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) – Il Patto di Stabilità “ha ottenuto risultati ambivalenti. Da un lato è stato uno strumento unico per coordinare le politiche di bilancio e tenere sotto controllo il deficit. Dall’altro vi sono questioni aperte, a cominciare dalla complessità delle regole e dalla loro tendenza pro-ciclica. Inoltre, dobbiamo capire come poterle adattare alle […]

[…]

Top News

Ue, Dombrovskis “Il Patto di Stabilità ha funzionato”

20 Ottobre 2021 0
BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) – “Il Patto di stabilità, in base alla nostra valutazione, ha funzionato bene, ha abbastanza flessibilità come la crisi ha dimostrato: siamo stati capaci di attivare la clausola di salvaguardia e di fornire uno stimolo fiscale molto considerevole all’economia ma ci sono alcuni elementi che vanno affrontati. Bisogna assicurare una riduzione del […]

[…]