Avellino Calcio: Izzo ha sciolto la riserva, ecco i nuovi nomi

di Antonio Aquino

C’è stato un lungo colloquio tra Nicola Circelli e Luigi Izzo per decidere il futuro dell’Avellino.

Alla fine è emerso quanto Irpiniaoggi aveva anticipato ieri, sabato: Luigi Izzo ha deciso di restare nella società che ha rilevato l’U.S.Avellino 1912.

Insieme al giovane imprenditore di Montesarchio ci saranno altri due nuove figure che entreranno nella società sportiva attraverso compagini societarie di cui fanno parte.

La trattativa

Venerdì a Napoli si era registrato il trasferimento di proprietà delle quote dell’US Avellino 1912 passate dalla Sidigas (95%) e De Cesare (5%) alla società IDC s.r.l. inizialmente composta da tre soci, poi rimasti in due dopo che Nicola Di Matteo s’era tirato fuori dalla cordata.

Poi si era ritirato pure Luigi Izzo, infastidito per il comportamento di Mauriello e De Cesare che non avevano presentato le dimissioni attraverso cui sarebbe stata invece facilitata la conclusione della trattativa di compravendita.

E così, dinanzi al notaio, a Napoli, s’è presentato solo Nicola Circelli che ha acquisito le quote dell’Avellino calcio, in attesa delle decisioni di Luigi Izzo e, in subordine, di quelle di alcuni imprenditori interessati ad affiancarlo nella gestione finanziaria della società di calcio.

Un grosso peso per Circelli, quello di gestire da solo l’Avellino, per questo ha invitato Izzo a un ripensamento e coinvolto altri possibili soci nella sua nuova avventura.

La decisione

Questa notte Luigi Izzo ha quindi sciolto la riserva: ha confermato di essere disposto a fare parte della nuova società di calcio della quale assumerà la carica di presidente dell’Avellino.

La notte ha portato consiglio ed è arrivta così la decisione definitiva, quella anticipata da Irpiniaoggi nel tardo pomeriggio di ieri.

Con Izzo ci sarà anche Aniello Martone nell’Avellino Calcio, per ricoprire la carica di direttore generale.

3

Per questo arrivo, il direttore sportivo Salvatore Di Somma ha fatto da tempo sapere di essere pronto ad andare via.

Però niente dimissioni, altrimenti perderebbe l’ingaggio. Il ds ha precisato che attende di essere eventualmente licenziato.

Per il ruolo di direttore sportivo è possibile che venga ricoperto da Carmine Russo, ex arbitro di serie A, appena diplomatosi al corso di Coverciano. Lo scorso anno Russo ha lavorato insieme a Martone, nella Casertana, quale team manager.

L’attuale team manager Christian Vecchia andrebbe invece a ricoprire un nuovo incarico, a livello di segreteria.

Per gli altri incarichi, il nuovo organigramma sarà svelato nella prossima settimana ma le indiscrezioni non mancano.

Si parla di un ritorno di Giuseppe Musto quale responsabile della vendita di abbonamenti e biglietti mentre Luigi Iuppa resterebbe nella qualità di segretario, carica per la quale si era parlato di un ritorno di Tommaso Aloisi.

Iuppa rappresenterebbe l’anello di congiunzione tra la vecchia e nuova proprietà. Confermata pure la figura dell’attuale addetto stampa Giuseppe Matarazzo.

“Venerdì è prevista la conferenza stampa per la presentazione dei nuovi soci e per illustrare i programmi della cordata che ha rilevato l’Avellino”: così ha spiegato Nicola Circelli mentre era nell’antistadio, al termine della gara vinta contro la Sicula Leonzio.

Le indecisioni

L’incontro tra Circelli e Izzo è durato diverse ore, fino a notte inoltrata, negli uffici di Montesarchio.

Intorno alle 3 del mattino le parti si sono riaggiornate ma a quel punto la decisione di Izzo era ormai scontata: tornare sui propri passe e fare parte dell’U.S.Avellino 1912.

Nel corso di quella che è stata definita una “trattativa complicata”, Izzo ha voluto massima chiarezza su alcuni punti non perfettamente chiari.

Tra questi il cosiddetto diritto di “recompra” che garantirebbe alla nuova società la possibilità di percepire una somma tra i 2,3 milioni e i 3,8 milioni di euro in caso di cessione dell’Avellino nuovamente al gruppo capeggiato da De Cesare.

Dipende da diversi parametri legati agli investimenti e ai risultati agonistici dell’Avellino.

Una storia che ricorda molto quanto avvenne, qualche anno fa, tra Vigorito e Lombardi con il Benevento.

Nuovi soci

Quali nuovi soci dovrebbero esserci la Innovation Football che fa capo all’imprenditore Andrea Riccio di Ariano Irpino e una società del Casertano, la DL Group di cui farebbe parte Marco De Lucia.

Nei prossimi giorni la nuova proprietà avrà un incontro con i responsabili della Lega Pro.

In particolare Circelli incontrerà il presidente Ghirelli per illustrare i programmi e la solidità della nuova società.

Nel dopopartita di Avellino-Sicula Leonzio, Nicola Circelli ha confermato ogni indiscrezione: “Tutto risolto con Luigi Izzo, siamo pronti a partire in modo veloce ed è stato importante iniziare con una vittoria. Ci saranno pure nuovi soci, nessun imprenditore di Avellino ma siamo disposti ad accettare proposte che saranno bene accolte”.

Ultimi Articoli