Avellino calcio, Forte e Rocchi: “Non potevamo rifiutare Avellino, qui si respira passione”

In attesa di piazzare qualche altro colpo in entrata, l’Avellino ha presentato i primi due rinforzi ufficiali: il portiere Francesco Forte e il difensore Gabriele Rocchi.

Forte ha detto: “Non ci ho pensato un attimo nel venire ad Avellino, l’ho affrontato una sola volta nel 2010 quando giocavo nella Vigor Lamezia. Avevo solo 18 anni, dopo una lunga gavetta e dieci anni di professionismo sono certo che ho le carte in regola per far parte di questa società.

Per un calciatore, Avellino è una tappa fondamentale, un sogno far parte di club di questo blasone. Ad Avellino si vive per la squadra di calcio, si respira senso di appartenenza.

Braglia è una garanzia. Ha dato un impatto notevole in questi giorni. Il presidente D’Agostino mi ha fatto subito un’ottima impressione. Qui c’è un ottimo progetto sportivo. 

Se dovesse arrivare un altro portiere valido, la competizione non mi spaventerebbe. Il posto me lo sono sempre guadagnato”.

Ha ragione Forte: come avrebbe potuto rifiutare un biennale alle cifre che ha ottenuto dall’Avellino?

Il calciatore rappresentato dal procuratore De Rosa, percepirà 70mila euro netti di ingaggio annuale, più 9mila euro di commissione più bonus, al lordo sono 150mila euro a cui aggiungere il 30% di tasse.

Se l’Avellino punta effettivamente su un under da schierare tra i pali, occorre capire il motivo per il quale è stato ingaggiato Forte che risulta essere il portiere più pagato in Lega Pro, dopo Frattali.

Se l’Avellino sta inseguendo il portiere della fiorentina o quello del Sassuolo, è evidente che queste società siano intenzionate a cedere i loro giovani solo se dovessero giocare da titolari e fare esperienza in Lega Pro.

Per questo appare incomprensibile il notevole sforzo economico compiuto dall’Avellino con Forte per fargli fare il “secondo”: è come acquistare un appartamento di 40 metri quadri ed avere però i balconi di 200 metri quadri.

Ecco Rocchi

Sulla stessa lunghezza d’onda Gabriele Rocchi: “Quando il mio procuratore mi ha parlato dell’offerta dell’Avellino, gli ho detto di accelerare i tempi e di procedere. Come si fa a rifiutare questa società?

Vero, a certe cifre nessuno rinuncerebbe. Poi se si tratta di Avellino, meglio ancora.

Poi le rituali frasi del calciatore per magnificare chi gli ha dato la possibilità di firmare un contratto del genere. “Braglia è un vincente e da Di Somma c’è solo da imparare, è stato un difensore di serie A, i suoi complimenti mi onorano“.

Poi Rocchi ha parlato di se stesso, svelando: “Mi ispiro a Barzagli, Skriniar e De Vrij, cerco di carpire loro qualche segreto nei movimenti e nel modo di stare in campo. Dove preferirei giocare? In qualsiasi posizione della difesa, poi sarà il mister a decidere per me”.

Intanto è stata posticipata la data della presentazione dei calendari di Lega Pro, fissata per il 10 settembre, a causa del processo che vede protagonisti Picerno e Bitonto, condannate alla Serie D in primo grado per illecito sportivo.

Ultimi Articoli

Top News

Franco “8 miliardi per il taglio del cuneo fiscale”

21 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Abbiamo un cuneo fiscale molto ampio, nel disegno di legge di Bilancio abbiamo portato risorse disponibili per la riduzione del prelievo fiscale a 8 miliardi annui. Le modalità di attuazioni del taglio al prelievo verranno definite nelle prossime settimane”. Così Daniele Franco, ministro dell’Economia e delle Finanze, intervenuto alla Giornata Mondiale del […]

[…]

Top News

Berlusconi “Centrodestra italiano lontano dagli estremismi”

21 Ottobre 2021 0
BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) – “Ci deve essere assoluta tranquillità da parte dei leader europei sul fatto che il centrodestra italiano è lontano da ogni estremismo e da ogni ritorno al passato”. Lo ha detto il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, parlando con i giornalisti al suo arrivo al summit del Ppe a Bruxelles. “Nel […]

[…]

TG News

Tg News – 21/10/2021

21 Ottobre 2021 0

In questa edizione: – Malattie oncologiche: morti in Italia inferiori alla media Ue – Ocse al Senato: necessario taglio cuneo fiscale e spesa pensioni – Covid-19: decessi tra i vaccinati dettati da fragilità del paziente […]

Top News

Conti pubblici, nel 2020 debito in crescita

21 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Nel 2020, secondo i dati Istat della Notifica sull’indebitamento netto e sul debito delle Amministrazioni Pubbliche, riferiti al periodo 2017-2020, trasmessi alla Commissione Europea, l’indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche (-158.441 milioni di euro) è stato pari al 9,6% del Pil, in aumento di circa 130,7 miliardi rispetto al 2019 (-27.779 milioni di […]

[…]

Top News

Il rilancio dell’Italia attraverso le infrastrutture sostenibili

21 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Per rendere l’Italia più efficiente, competitiva e attrattiva è necessario dotarla di un patrimonio infrastrutturale moderno e sostenibile, attraverso una sinergica collaborazione tra pubblico e privato che consenta di cogliere e valorizzare al meglio le opportunità offerte dal PNRR. Ne hanno parlato a Villa Aurelia a Roma rappresentanti di istituzioni, enti pubblici, […]

[…]

Top News

Lavoro, a luglio saldo annuo positivo con +605.000 contratti

21 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – A fine luglio, secondo i dati dell’Inps, le assunzioni attivate dai datori di lavoro privati sono state 4.095.000, con un aumento rispetto allo stesso periodo del 2020 (+20%) dovuto alla crescita progressiva iniziata a marzo 2021. L’aumento ha riguardato tutte le tipologie contrattuali, risultando però più accentuato per le assunzioni di contratti […]

[…]