Addio Marcello, se n’è andato un altro calciatore della promozione in B

Di lui, da qualche anno, si erano perse le tracce, in un’epoca in cui tra cellulari e social network è molto più semplice tenersi in contatto rispetto al passato.

Marcello Violo era uno dei “Ragazzi del ‘72” che resero grande l’Avellino, fino a condurlo alla prima storica promozione in Serie B.

Due dei suoi compagni di squadra, Mauro Pantani e Bruno Piaser, (insieme nella foto) titolari di quella formazione ricordata alla perfezione dai tifosi biancoverdi, come fosse una filastrocca da tramandare a figli e nipoti, non lo hanno mai dimenticato.

Si sono messi alla ricerca del compagno di squadra, il secondo portiere di quel gruppo che si giocò la promozione in Serie B con il Lecce, battuto nell’epica e decisiva sfida del 27 maggio 1973, vinta grazie a un calcio di rigore di Nobili, all’11’ della ripresa.

Le ricerche sono terminate con un’amara scoperta: Marcello Violo si è tolto la vita.

Lo abbiamo tanto cercato, era un amicone, una persona buona e simpatica. Oggi io e Piaser abbiamo saputo la triste verità. Nella sua terra pavese, dove era tornato al termine di una carriera non proprio fortunata dal punto di vista dei successi personali, una mattina di due anni fa, il nostro Marcello è stato ritrovato solo e senza vita, in un abbandono impietoso e ricco di malinconia”, ha raccontato con tantga tristezza Mauro Pantani, attaccante di quell’Avellino.

Violo è stato il secondo di Ferdinando Miniussi – scomparso pure lui, sconfitto nel 2001 dalla cirrosi epatica sviluppatasi dall’epatite C – e fu la riserva di Gianni Candussi (assieme a Lamia Caputo), portiere titolare nel primo storico campionato di serie B.

In totale Violo ollezionò 10 presenze in biancoverde, incassando 11 reti: bravo ma giocava poco, “chiuso” dai due colleghi.

“Marcello era un amico di mangiate e bevute, di “zingarate” in terra d’Irpinia e Costiera Salernitana – ricorda ancora Pantani -. Spero che il suo buonumore abbia portato alla corte di nostro Signore quell’allegria che lo ha sempre contraddistinto e ha fatto di lui un carissimo ragazzo. Ti voglio bene Marcello”.

Ultimi Articoli

Top News

Al Vinitaly qualità e tutela sono le parole d’ordine

18 Ottobre 2021 0
VERONA (ITALPRESS) – Seconda giornata di Vinitaly nella sua Special Edition, con un occhio ai mercati internazionali ma anche a quello interno, oggi sorprendente. In questo settore si assiste a una rivoluzione rosa: le donne sono produttrici e manager nel settore vinicolo, ma soprattutto nel 2021 le wine lovers hanno superato gli uomini passando, secondo […]

[…]

Calcio Avellino

Avellino, tutti in bilico e rischio ‘rivoluzione’

18 Ottobre 2021 0

di Dino Manganiello La famiglia D’Agostino ha capito che il capitombolo è una eventualità che non si può non considerare. Ed allora ha cominciato a guardarsi intorno: sondaggi per non farsi trovare impreparati in caso […]

Top News

Ballottaggi, Meloni “Centrodestra sconfitto, ma non è una debacle”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Credo che si debba riconoscere che il centrodestra esce sconfitto, credo che ne siamo tutti consapevoli. Il centrodestra conferma Trieste ma non strappa le altre 5 grandi città”. Lo ha detto la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in conferenza stampa. “Credo che però a parlare di debacle un pò ce ne […]

[…]

Attualità

Incendio Montefredane: i primi dati Arpac

18 Ottobre 2021 0

Proseguono le verifiche dell’Agenzia ambientale della Campania in seguito all’incendio divampato nella notte tra sabato 16 e domenica 17 ottobre in un deposito di autoarticolati dell’azienda di trasporti Ba.Co. Trans srl situato nella frazione di […]

Top News

Letta “Il voto rilancia il Pd e rafforza il Governo”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il Pd oggi è rilanciato, vince ovunque queste elezioni”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, dalla sede del Nazareno, commentando i risultati dei ballottaggi.“Ho sempre imparato che la cosa più importante è ascoltare gli elettori e gli elettori sono più avanti di noi, perchè si sono saldati e hanno […]

[…]