Abodi: “Tutto pronto per la ripresa del campionato”

“E’ importante aprire un fronte, e’ sempre bene stare un passo avanti, seguendo l’esempio degli altri. Tutto procede per l’appuntamento del 17 gennaio, quando torneremo tutti in campo”. Dal ‘Boxing Day’ in stile britannico al ritorno alla normalita’: il presidente della Lega di Serie B, Andrea Abodi, e’ certo che il 2015 non deludera’ gli appassionati del torneo cadetto. “Mi auguro che il 2015 – spiega Abodi ai microfoni de “La Politica nel Pallone” su Gr Parlamento – ci consegni ancora un torne…

“E’ importante aprire un fronte, e’ sempre bene stare un passo avanti, seguendo l’esempio degli altri. Tutto procede per l’appuntamento del 17 gennaio, quando torneremo tutti in campo”. Dal ‘Boxing Day’ in stile britannico al ritorno alla normalita’: il presidente della Lega di Serie B, Andrea Abodi, e’ certo che il 2015 non deludera’ gli appassionati del torneo cadetto. “Mi auguro che il 2015 – spiega Abodi ai microfoni de “La Politica nel Pallone” su Gr Parlamento – ci consegni ancora un torneo apprezzabile, che abbia il suo fascino nell’incertezza, con club che cerchino di risanarsi, con stadi che si rinnovano ed una tecnologia sempre piu’ applicabile, per uno spettacolo che sia sempre migliore”. La goal-line technology solo per i play-off del prossimo campionato. E’ l’idea del presidente della Lega di Serie B, Andrea Abodi, che ai microfoni de “La Politica nel Pallone” su Gr Parlamento svela dunque di voler aprire alla tecnologia anche per il torneo cadetto, dopo l’annuncio del presidente della Figc Carlo Tavecchio di voler adottare questa tecnologia gia’ dalla prossima stagione. “Ormai la distanza tra cio’ che vedono gli spettatori a casa o negli stadi e’ troppio ampia rispetto a quanto vedono gli arbitri, che avranno sempre piu’ bisogno della tecnologica, che non e’ nemica ma deve aiutare – spiega ancora Abodi – Chiedero’ alla prossima assemblea della nostra Lega di adottare almeno il gol non gol nei play-off, affinche’ le societa’ che si affacciano alla A possano misurarsi con una tecnologia che dovrebbe essere a 360 gradi, in campo e fuori, per allenatore, tattici e giudice sportivo. E che potrebbe chiarire anche se il fallo sia stato commesso dentro o fuori dall’area, per aiutare l’arbitro a prendere la decisione giusta. Questo consentirebbe di essere piu’ sereni – ha concluso sul tema Abodi – nel segno della volonta’ della Lega di favorire la modernizzazione del nostro calcio senza snaturarne le regole”.

Ultimi Articoli

Attualità

Covid in Irpinia: 72 casi. 9 ad Avellino

26 Novembre 2021 0

‘Azienda Sanitaria Locale comunica su 1.069 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 72 persone: – 2, residenti nel comune di Aiello del Sabato; – 4, residenti nel comune di Altavilla Irpina; – 2, residenti […]