Vitucci: bene l’entusiasmo, ma serve umiltà

Vitucci: bene l’entusiasmo, ma serve umiltà

Prima di partire per Lecce, dove l’Air sarà impegnata, sabato 25 e domenica 26 settembre, nella Jam Cup, coach Frank Vitucci fa il punto della situazione. “Per il momento abbiamo ancora tanti ragazzi infortunati, le previsioni di guarigione, per tutti, sono abbastanza positive, ma ancora in allenamento non possiamo disporre del pieno organico. Dal punto di vista fisico, l’ultimo esame diagnostico di Johnson ha avuto un esito confortante, il recupero dovrebbe avvenire in tempi brevi anche se non potrà essere in campo da subito. Linton è in via di guarigione e presto potrà essere considerato parte della squadra a tutti gli effetti. Cortese è in recupero netto, la caviglia sta migliorando e la prossima settimana sarà a disposizione. In questo momento ho necessità di avere i ragazzi sani non solo in partita ma anche, o meglio, soprattutto in allenamento. Questa fase è estremamente importante in vista della Regular Season. Ricordiamo che questa è una squadra del tutto nuova; appena tutti i giocatori saranno in salute avremo, in campo, 4/5, incluso Johnson, totalmente nuovi rispetto alla scorsa stagione, nuovo è anche l’allenatore e per quanto i ragazzi sono bravi e si stiano allenando con il massimo impegno bisogna tener presente che si stanno ancora conoscendo.”
Coach c’è grande entusiasmo attorno alla squadra. La società, i tifosi, la città sono davvero contenti del roster che, quest’anno, vestirà la maglia biancoverde. Può fare qualche previsione per il prossimo campionato?
“Ci vuole una buona dose di sano realismo perché non sarà un campionato semplice. La società ha fatto un enorme sforzo per avere una squadra competitiva ma le cose bisogna guadagnarsele, prima di parlare di grandi obiettivi bisogna aspettare. Basti ricordare che lo scorso anno l’Air è rimasta fuori dai Play Off all’ultima giornata, questo dovrebbe essere un buon motivo per rimanere con i piedi per terra. L’obiettivo realistico che ci prefiggiamo è di puntare ai Play Off, se dovesse arrivare qualcosa in più sarà una bella esperienza per tutti.”
Quali sono le priorità tattiche che sta cercando di trasmettere alla squadra?
“Dal punto di vista di squadra stiamo battendo, soprattutto, sulla fase difensiva che dev’essere a uomo e deve rappresentare il nostro punto di partenza su cui impostare tutto il resto del gioco. Siamo a buon punto, facciamo un gran lavoro ed ho ottimi riscontri.”

Ultimi Articoli

Top News

Ad aprile l’inflazione accelera

17 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Ad aprile l’Istat stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registri un aumento dello 0,4% su base mensile e dell’1,1% su base annua (da +0,8% di marzo), confermando la stima preliminare. L’accelerazione su base annua dell’inflazione si deve essenzialmente ai prezzi dei Beni […]

[…]

Top News

Omofobia, Mattarella “La violenza spinge verso il fanatismo”

17 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La Giornata internazionale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia è l’occasione per ribadire il rifiuto assoluto di ogni forma di discriminazione e di intolleranza e, dunque, per riaffermare la centralità del principio di uguaglianza sancito dalla nostra Costituzione e dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea”. Lo afferma in una nota […]

[…]

Top News

Carfagna “Nessuno farà cadere il Governo, le riforme sono necessarie”

17 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Le riforme sono “indispensabili” e gli scontri nella maggioranza non metteranno a rischio la tenuta del governo, perchè nessuno avrà “il coraggio” di fare cadere Mario Draghi. Lo afferma Mara Carfagna, ministra per il Sud e la Coesione territoriale, in un’intervista al Corriere della Sera.“Senza riforme il Recovery plan semplicemente non esisterebbe: […]

[…]

Top News

Milan fermato dal Cagliari, lotta Champions serrata

16 Maggio 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Il Milan fallisce il primo match point per la qualificazione alla prossima Champions League. Contro un Cagliari, già matematicamente salvo da alcune ore ma per nulla intenzionato a fare da sparring partner, la squadra di Pioli non va oltre uno scialbo 0-0 al Meazza, rischiando peraltro di perdere (rossoneri salvati da Donnarumma). […]

[…]