E alla settima si vergognò: Scandone ancora sconfitta

E sono sette. Termina con la vittoria della Frata Nardò per 73-67 la gara giocata dalla Scandone nel palazzetto deserto.

E il coach De Gennaro a tal proposito si è lamentato, affermando: «Avevamo bisogno del pubblico».

Una scusa inopportuna, considerando le rigide disposizioni in materia di prevenzione sanitarie, sapendo per primo che la sua squadra, pure con un palazzetto gremito fino all’inverosimile, avrebbe rimediato egualmente questa settima sconfitta, in virtù della penosa esibizione di una squadra costruita in fretta e senza soldi, il cui valore è noto all’allenatore, alla dirigenza e ai tifosi.

E’ l’ennesimo regalo della gestione De Cesare-Mauriello che fortunatamente si è evitata per il calcio Avellino, destinato alla stessa sorte se non fossero intervenuti fatti nuovi.

Invece di accampare scusanti del genere, ci sarebbe da alzare la mano e chiedere scusa, dopo essersi adeguatamente vergognati per quanto si sta facendo, sperando che questo calvario finisca presto in un campionato in cui il nome di Avellino viene calpestato e deriso.

Nella nota ufficiale diffusa di quel che resta della gloriosa società di basket si legge il seguente commento di coach Gianluca De Gennaro: «Partita dai due volti. Purtroppo nel primo e nel terzo quarto, che dovrebbero essere quelli in cui giochiamo con più energia visto che veniamo dal riscaldamento e dal riposo, entriamo in campo senza la giusta concentrazione e non riesco a spiegarmelo. Poi nel secondo e quarto giochiamo, c’è reazione, c’è difesa, c’è più aggressività, facciamo le cose per bene anche in attacco, muoviamo di più la palla. Purtroppo siamo a commentare ancora una sconfitta che stasera, sinceramente, non mi aspettavo».

Dipenderà magari dal fatto che ha a disposizione una rosa scadente? Perchè la bravura di chi la gestisce non va messa in dubbio.

Poi la chicca e la bacchettata – da parte del coach – a chi ha preso decisioni a tutela della salute della gente: «Avevamo bisogno del nostro pubblico, quindi secondo me è stato uno sbaglio far giocare le partite a porte chiuse, sarebbe stato meglio continuare la sospensione in attesa che si risolvesse l’emergenza legata al Coronavirus».

Se non era d’accordo che le disposizioni federali, la Scandone poteva attuare autonomamente la sospensione, senza giocare la partita, tanto avrebbe perso egualmente, aggiungendo semplicemente una sanzione alla sconfitta a tavolino, probabilmente meno mortificante.

E’ tutta questione di regole da rispettare e di scelte da attuare. Le parole servono a niente. Specialmente quando si offre una considerazione del genere: «C’è qualcosa che non va. Dobbiamo cercare di capire cosa ».

Siamo ancora a questo?

3

Infine le frasi della speranza offerte da De Gennaro sono state: «Dobbiamo crederci fino alla fine, non è assolutamente finita, abbiamo ancora altre partite da giocare, dobbiamo rimanere uniti, allenarci e lottare
fino alla fine, con la speranza di andare a giocarci il tutto e per tutto ai play-out».

In pieno stile Sidigas: promesse, speranze, illusioni e questa fine di…

Ultimi Articoli

Top News

Cambio al vertice di Edizione, Laghi sarà presidente

23 Novembre 2020 0
TREVISO (ITALPRESS) – Enrico Laghi sarà nominato amministratore e presidente del CdA di Edizione “con il mandato di supportare il consiglio nella prosecuzione e consolidamento di un percorso di rinnovamento e rafforzamento della strategia sociale”. Lo comunica Edizione srl in una nota in cui annuncia che, di “comune intesa”, Gianni Mion “cesserà dalle cariche di […]

[…]

Top News

Coronavirus, Speranza firma ordinanza “Stop agli allevamenti di visoni”

23 Novembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Il Ministro della Salute, Roberto Speranza ha firmato un’ordinanza che dispone la sospensione delle attività degli allevamenti di visoni su tutto il territorio italiano fino alla fine del mese di febbraio 2021 quando verrà effettuata una nuova valutazione sullo stato epidemiologico.La misura aggiunge “l’infezione da SARS CoV-2 nei visoni d’allevamento all’elenco delle […]

[…]

Top News

Centrodestra, Salvini “Non è il momento di inutili divisioni”

23 Novembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “Gli italiani in questo momento si aspettano soluzioni e non polemiche e inutili divisioni. Sarebbe cosa buona federare e unire uomini e gruppi per fare proposte comuni”. Così Matteo Salvini a “The Breakfast Club” su Radio Capital torna sul rapporto con Berlusconi e sull’idea di una federazione di Centrodestra. Sui deputati passati […]

[…]

Top News

Mattarella “Serve impegno comune come per sisma in Irpinia”

23 Novembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sono trascorsi quarant’anni dall’immane tragedia provocata dal terremoto che devastò l’Irpinia e la Basilicata, colpendo anche parte della Puglia”. Lo afferma in una dichiarazione il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella che aggiunge: “Quasi tremila persone morirono sotto le macerie delle proprie case, o in conseguenza delle distruzioni di edifici. Tante vite non […]

[…]

Top News

Azzerata roccaforte del traffico di droga a Catania, 101 indagati

23 Novembre 2020 0
CATANIA (ITALPRESS) – Smantellate dai carabinieri dodici “piazze di spaccio” radicate nel popolare quartiere di San Giovanni Galermo, roccaforte storica del traffico e della vendita di stupefacenti, a Catania. L’operazione è stata condotta dai Carabinieri del Comando provinciale, insieme ai militari delle altre province della Sicilia e dei reparti specializzati dell’Arma. Sono 101 le persone […]

[…]