Avellino-Turris: le dichiarazioni di Michele Pazienza nel pre-gara

Monopoli-Avellino 0-1: le dichiarazioni di Pazienza nel post-gara
Credit: Sandro Montefusco

PAZIENZA PRIMA DI AVELLINO-TURRIS – Conferenza stampa pre-gara per il tecnico dell’Avellino Michele Pazienza prima del derby contro la Turris. Queste le dichiarazioni del mister biancoverde alla vigilia.

Verso Avellino-Turris, le parole di Michele Pazienza

LA PARTITA CONTRO LA TURRIS – «Troveremo un avversario con una caratteristica importante, ovvero lo spirito battagliero. La Turris corre molto, è aggressiva specie in difesa dove ci sono tre centrale feroci. Hanno in rosa dei giocatori di qualità che riescono a saltare l’uomo e creare superiorità numerica. Sarà un avversario tosto da affrontare. I ragazzi hanno raggiunto un buon traguardo in Coppa Italia. È stato un impegno importante in vista della Turris. Servirà vincere, soprattutto dopo la brutta settimana. Non mi sento di caricare la squadra di responsabilità».

IL LUTTO PERINETTI – «Mi sento un puntino nella vita di un uomo che ha dei valori umani importanti. Una persona con uno spirito e un qualcosa che travolge. Una persona colta. Non vado a toccare l’aspetto calcistico perché non mi sento all’altezza di esprimere un giudizio. Per lui parla il passato. In questo momento in lui prevalgono due sentimenti forti che sono la rabbia e il dolore. Non credo che le mie parole possano alleviare il suo dolore. Posso rendermi utile guidando quello che lui ha creato nel modo migliore. Questa responsabilità deve cadere solo su di me. Se questa responsabilità ricade sui calciatori tocca la mente. Quando si tocca la mente si fermano le gambe».

GLI INFORTUNI – «Benedetti ha giocato in Coppa, così come Cionek. Sono due giocatori completamente recuperati che possono giocare anche dall’inizio. Sgarbi ha avuto un intervento in settimana ma credo che in due settimane dovrebbe rientrare. Russo sta procedendo bene, conto di averlo a disposizione da settimana prossima. Per il resto non abbiamo grosse difficoltà, se non l’infortunio di Tozaj. Gori ha avuto dei problemi a causa di un colpo al ginocchio nella gara contro il Picerno».

COME STA RIGIONE – «È recuperato. A Picerno stava bene. Lo abbiamo preservato per portalo al massimo per la gara di domani».

CHE AVELLINO SI ASPETTA? – «Mi aspetto una squadra arrabbiata, soprattutto per come è arrivato il risultato di Picerno».

LA CORSIA MANCINA – «Tito ha avuto un problema in settimana ma domani sarà della gara. Falbo non ha nessun problema, se non un po’ di stanchezza. L’assenza di Sgarbi ci da meno profondità ma Patierno sta prendendo una buona condizione. Lui, come Sgarbi, sono due elementi che ci danno profondità. Avere più difensori mi da la possibilità di riportare Armellino in mezzo al campo. Varela è un giocatore che in quella zona del campo in cui sta agendo si trova a suo agio ma so che può dare ancora di più».

L’ATTACCO – «Ho bisogno che ogni calciatore metta a disposizione le proprie caratteristiche. Il mio dovere è quello di scegliere le caratteristiche giuste per creare un gioco armonioso».

GLI SCONTRI DIRETTI – «Dobbiamo rimanere concentrati sul nostro percorso».


LEGGI ANCHE – Avellino Calcio, Sgarbi si opera. In gruppo Tito e Pezzella

LEGGI ANCHE – Biglietti Avellino-Turris, info e costi

“È vietata la copia e la riproduzione, anche parziale, dei contenuti”. 

SPOT