Avellino, rebus iscrizione: fidejussione da regolarizzare ma il termine è scaduto

La nuova fidejussione, in sostituzione di quella bocciata dalla Covisoc, non risulta presentata dall’Avellino, presso gli uffici della Figc, entro il termine perentorio delle 19 del giorno 16 luglio 2018.

Ci sarebbe stata solo una comunicazione via mail con cui si preannunciava la possibilità di fornire, successivamente, una nuova polizza e, magari, un’altra ancora se quella nuova non fosse stata ritenuta idonea.

Tutto questo,però, occorreva farlo entro le ore 19,00 del 16 luglio 2018, termine ultimo.

Poco prima di quell’ora si è presentato presso gli uffici della Figc l’avv. Franco Vigilante per consegnare un ricorso con cui contestare la decisione dell’organo di controllo della Figc che aveva ritenuto non valida la polizza fidejussoria della società rumena Onix Asicurari. Difficile che la Covisoc possa fare retromarcia rispetto a quanto già deciso e accettare il ricorso.

Venerdì 20 luglio, mentre l’Avellino sarà impegnato in amichevole contro la Roma, sarà emesso il comunicato ufficiale dalla Figc con cui sarà reso noto l’elenco delle società in possesso della licenza per la partecipazione ai campionati professionistici.

Nel caso non dovesse figurare il nominativo dell’Avellino (oltre quello di Bari, Cesena, ed altre società di Lega Pro), resterebbe solo un disperato tentativo di affidarsi ad un ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport presso il Coni.

Al momento l’Avellino è fuori: questa la realtà dei fatti.

============

Riportiamo integralmente di seguito il comunicato ufficiale dell’U.S. Avellino in merito all’iscrizione al campionato. Questa la versione offerta dal presidente Taccone.

“In merito alle notizie riportate da diversi organi di informazione relativamente a un rischio di iscrizione da parte dell’U.S. Avellino al prossimo campionato di serie B, la società intende precisare quanto segue:

– E’ stato regolarmente presentato un ricorso avverso la prima decisione della Co.Vi.So.C. in cui sono state specificate le ragioni per le quali, a detta di questa società, la fideiussione aveva tutti i criteri per essere accettata.

– E’ stata presentata, in maniera disgiunta dal ricorso, una nuova fidejussione di 800mila euro, emessa da un istituto che ha provveduto a inviarla direttamente, via PEC, alla Co.Vi.So.C, entro le ore 19, come stabilito dai termini. Una copia di questa fideiussione – il cui premio è stato regolarmente corrisposto dal club all’istituto mediante bonifico bancario stesso questo pomeriggio – sarà in possesso di questa società nella giornata di domani. Si precisa che l’Avellino ha inviato una comunicazione via PEC alla Co.Vi.So.C in cui ha anticipato la sottoscrizione della fideiussione e le modalità di invio telematico della stessa.

– Considerati i tempi ridottissimi, questo club ha fatto l’impossibile per garantire la presentazione di una fideiussione, tra le poche che si è riusciti a produrre, optando per la migliore soluzione tra quelle disponibili. 

– Inoltre, la società sta verificando la possibilità di produrre, nelle prossime ore, una terza fideiussione più performante rispetto ai criteri stringenti della Figc.”

 

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]