Avellino, quattro step per il bersaglio grosso


di Dino Manganiello

Chi si ferma è perduto. E con un Bari che ha 7 punti di vantaggio e che prima dello scontro diretto non ha impegni contro le big del girone (fermo restando che il trappolone è sempre lì, celato nell’ombra…), l’Avellino non può fare a meno di puntare sempre al massimo, tenendo il piede a tavoletta senza possibilità di gestione: tutto d’un fiato fino al 22 dicembre.

Tutto d’un fiato sì, ma a ben guardare con degli step precisi. Quattro, per la precisione. Concatenati. L’uno che si incastra a quello successivo producendo effetti motivazionali. Primo step: non fallire l’impegno ‘facile’ di sabato (fischio d’inizio alle 17.30) al Partenio-Lombardi contro il Picerno. Secondo step: affrontare con la consapevolezza maturata nell’ultimo mese e mezzo le sfide contro la squadra che gioca meglio (la Turris, da affrontare in trasferta) e la capolista del raggruppamento (il Bari, in casa). Terzo step: fortificati, niente scherzi in trasferta con le abbordabilissime Vibonese e Campobasso e, in mezzo, qui da noi contro le truppe del boemo (il Foggia di Zeman). Quarto step: classifica alla mano, si dia fuoco alle polveri del mercato.

Insomma, il piano è questo. Ogni passaggio superato bene rappresenterebbe combustibile per affrontare il passo successivo al meglio. Ed allora, sotto con il primo, di passo, contro un Picerno che farà registrare l’esordio del tecnico Leonardo Colucci e che vanta due vittorie su due in questo campionato in Campania: 1-0 a Torre del Greco, 3-2 a Castellammare. Autorizzato ogni tipo di scongiuro. Di fronte inoltre, dovremmo avere un avversario che proporrà uno sbarazzino 4-3-3 nonostante le assenze di Albertazzi e Vivacqua, squalificati.

In casa biancoverde invece Ciancio dovrebbe essere out e Scognamiglio non è certo al massimo della condizione. Un paio i dubbi in merito alla formazione: il rientrante Carriero o il deludente Micovschi sulla corsia destra; Aloi o Matera in mediana; Per il resto, Dossena in chiaro vantaggio su Sbraga, idem Maniero là davanti su Plescia. Il modulo? Ovviamente 4-2-3-1, ma occhio alle scelte degli uomini ed ai sofisticati meccanismi tattici.

Ultimi Articoli

Cronaca

Monteforte Irpino: controlli in un cantiere edile, 9 denunce

30 Novembre 2021 0

I Carabinieri del Gruppo Forestale di Avellino hanno denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica 9 persone, ritenute responsabili dei reati di “falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici”,“falsità ideologica […]

Attualità

Covid in Irpinia: 61 casi

30 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 840 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 61 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 3, residenti nel comune di Ariano Irpino; – 1, residente nel […]

Cronaca

Dramma a Sturno, poliziotto trovato morto in auto

29 Novembre 2021 0

Un uomo di 57 anni, poliziotto in servizio presso il Commissariato di Ariano Irpino, è stato trovato cadavere all’interno della sua auto nel territorio di Sturno. Ad ucciderlo un colpo pistola. Sono in corso indagini. […]

Attualità

Covid in Irpinia: 38 casi. 7 a Cervinara

29 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 797 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 38 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 1, residente nel comune di Ariano Irpino; – 3, residenti nel […]