Avellino in piena emergenza beffato a Teramo (1-0): occorrono rinforzi

AVELLINO-RIETI 3-1 fine partita esultanza avellin

S’interrompe dopo 5 risultati (4 vittorie e un pareggio) la serie positiva dell’Avellino, sconfitto a Teramo negli istanti finali di una gara giocata con sofferenza ma determinazione.

Una squadra in piena emergenza con diverse importanti assenze e ancora priva degli elementi da inserire in organico, attraverso le operazioni di calciomercato.

Eppure, fino a pochi secondi dal termine, la squadra di Capuano sembrava avercela fatta a strappare un risultato utile a Teramo, dopo avere visto gli avversari colpire una traversa e fallire un calcio di rigore con Bombagi il quale si è poi fatto perdonare l’errore mettendo a segno il gol decisivo nel primo minuto di recupero della gara.

Resta l’amarezza e la delusione per il risultato cambiato, a sfavore dell’Avellino, nel finale di gara ma da questa squadra in piena emergenza si poteva sperare solo in un miracolo che è svanito quando sembrava realizzato.

Teramo-Avellino 1-0

TERAMO (4-3-2-1): Tomei; Cancellotti, Cristini, Soprano (35′ st Iotti), Tentardini; Costa Ferreira, Arrigoni, Ilari; Bombagi (48′ st Piacentini), Santoro (35′ st Minelli); Magnaghi. A disp.: Valentini, Lewandowski, Florio, Martignago, Cappa, Fiore, Birligea. All.: Tedino.

AVELLINO (3-5-1-1): Tonti; Illanes, Morero, Bertolo; Celjak, Laezza, Di Paolantonio, Evangelista (1′ st Rossetti), Parisi; Micovschi (28′ st Albadoro); Alfageme. A disp.: Pizzella, Zullo, Njie, Carbonelli, Acampora, Russo. All.: Capuano.

ARBITRO: Tremolada di Monza.

Guardalinee: Valletta-Montagnani.

MARCATORE: 45′ st Bombagi. 

NOTE: spettatori paganti 2446 (di cui 251 da Avellino). Ammoniti: Tentardini, Soprano, Laezza. Angoli: 5-2 per il Teramo. Recupero: 0’pt, 3′ st.

Ultimi Articoli