Avellino calcio, sconfitte e malumori: rapporti tesi tra Capuano e i calciatori

La sconfitta di Caserta, la quarta consecutiva dell’Avellino, ha lasciato strascichi pesanti all’interno dello spogliatoio biancoverde. Il rapporto tra una buona parte dei calciatori ed Ezio Capuano si sarebbe definitivamente incrinato nel post-gara di domenica.

Alcuni senatori della squadra avrebbero puntato il dito contro i modi utilizzati dall’allenatore per criticare impegno e prestazioni in campo. Modi energici che, anziché scuotere il gruppo, hanno provocato musi lunghi e malumori.

Ieri pomeriggio, alla ripresa della preparazione, Capuano e Di Somma hanno a lungo chiacchierato sul terreno di gioco; poco prima il presidente Mauriello aveva tenuto un incontro in gran segreto all’interno dello spogliatoio.

La serenità scarseggia, i risultati tardano ad arrivare e l’Avellino è scivolato in piena zona playout, con il match salvezza contro il Rieti che potrebbe diventare decisivo per le sorti della squadra e di Capuano.

Tutto questo, in attesa che si concretizzi la cessione del club dal gruppo Sidigas alla cordata formata da Izzo, Circelli e Di Matteo che, oltre ad aver individuato nell’avvocato Eduardo Chiacchio il supervisore legale e l’addetto alla comunicazione con la stampa, ha già organizzato lo staff dirigenziale costruito intorno ad Aniello Martone.

Ultimi Articoli