Avellino calcio, schiarita per gli stipendi. Karic saluta e va in Svezia

Pare siano stati pagati gli stipendi ai tesserati dell’U.S. Avellino: è questo quanto circola dall’ambiente biancoverde. Lunedì toccherà al versamento dei contributi previdenziali e alla parte degli emolumenti riservata ai membri dello staff tecnico e ai dipendenti.

C’è stata una leggera schiarita sul fronte societario, almeno per ciò che concerne il rispetto della prima importante scadenza, quella relativa al pagamento degli stipendi di novembre e dicembre 2019 entro la scadenza del 17 febbraio: farsi trovare impreparati avrebbe provocato una penalizzazione dai 2 ai 4 punti in classifica.

Resta da comprendere l’evoluzione societaria, considerato la guerra tra soci che ha portato all’uscita di scena di Aniello Martone e al ritorno (senza contratto) di Salvatore Di Somma e di altri due dirigenti in orbita Sidigas: Meo e Colarusso.

Intanto il gruppo di Ezio Capuano ha perso un calciatore. L’Avellino ha acconsentito alla richiesta dell’Helsingborgs, club di prima divisione svedese, di utilizzare Nermin Karic per allenamenti e amichevoli.

L’atleta, in prestito dal Genoa, era stato messo fuori lista dall’Avellino, a causa del sopraggiunto limite di calciatori prelevati a titolo temporaneo dalla Serie A e Serie B (sei in totale).

Ultimi Articoli