Avellino calcio, inizio con il botto: decide Santo D’Angelo (0-1 a Viterbo)

Finisce con una vittoria in pieno recupero la prima gara ufficiale del nuovo campionato dell’Avellino.

Dopo avere saltato la partita di esordio, in casa contro la Turris, interrotta per pioggia dopo 10′, la squadra avellinese ha giocato sul campo della Viterbese ottenendo un ottimo risultato in una gara senza grosse emozioni.

Gara decisa nel finale da Santo D’Angelo intervenuto perentoriamente, con una deviazione di testa vincente, su assist da calcio di punizione dalla destra battuta da Tito.

Entusiasmo nel clan avellinese per il successo ottenuto in extremis contro una Viterbese tenace, rimasta in inferiorità numerica nelle fasi finali della gara.

Il gol vincente di Santo D’Angelo (riproduzione vietata)

Queste le formazioni che hanno giocato Viterbese-Avellino.

Viterbese-Avellino 0-0

VITERBESE (3-5-1-1): Daga; Bianchi, Mbende, Baschirotto; Simonelli (18′ st Falbo), Salandria, E. Menghi, Bezziccheri, Urso (23′ st Sibilia); Bensaja; Rossi (37′ st M. Menghi). A disp.: Maraolo, Benvenuti, Calì, Ricci, Galardi, Zanon, Macrì. All.: Maurizi. 

AVELLINO (3-4–2-1): Forte; L. Silvestri, Miceli, Rocchi; Ciancio (41′ st Rizzo), De Francesco (41′ st Bruzzo), D’Angelo, Burgio (22′ st Tito); Santaniello, Bernardotto (4′ st M. Silvestri); Maniero (41′ st Adamo). A disp.: Pane, Pizzella, Dossena, Mariconda, Nikolic. All.: Braglia. 

ARBITRO: Fontani di Siena. 

Guardalinee: Dell’Olio-Meocci.

Quarto uomo: Tesi.

NOTE: Espulso: al 42′ st M. Menghi per doppia ammonizione. Ammoniti: Burgio, Bensaja, Rossi, Falbo. Angoli: 2-1 per l’Avellino. Recupero: 1′ pt, 5′ st.

Ultimi Articoli

Top News

Covid, Mattarella “Vaccinazione dovere morale e civico”

28 Luglio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La pandemia non è ancora alle nostre spalle. Il virus è mutato e si sta rivelando ancora più contagioso. Più si prolunga il tempo della sua ampia circolazione più frequenti e pericolose possono essere le sue mutazioni. Soltanto grazie ai vaccini siamo in grado di contenerlo. Il vaccino non ci rende invulnerabili, […]

[…]