Avellino calcio, Contini: “Con Zeman, una settimana di minestrone e tanti segni della croce”

Intervistato da Il Corriere dello Sport, l’ex difensore dell’Avellino, Matteo Contini ha ricordato l’esperienza in biancoverde, nella stagione di Serie B 2003-2004, agli ordini di Zdenek Zeman.

“Può sembrare un po’ burbero, ma non è così. Quell’anno ad Avellino mi ha formato, peccato per la retrocessione: la nostra era una squadra giovane, pagammo le sconfitte in avvio di stagione, ma se il campionato fosse durato un altro mese forse ci saremmo salvati.

Era un piacere andare agli allenamenti, ma il ritiro estivo è stato traumatico: abbiamo mangiato minestrone per una settimana intera e qualche mio compagno quasi sveniva per la fatica dopo 10 chilometri di corsa.

E quanti segni della croce mi sono fatto, durante le partite. Vedevo arrivare contro tre, quattro avversari per volta. Non sapevo chi fermare per primo”.

Ultimi Articoli