Avellino calcio, Braglia: “Puntiamo prima sui giovani, Di Somma ne capisce. E mi dava certi calcioni…”

??????????????

Prima i giovani, poi qualche big per fare da chioccia ai calciatori meno esperti. Piero Braglia si è confidato al Corriere dello Sport presentando le linee guida del suo progetto all’Avellino: “Pretendo rispetto delle regole, degli impegni, dei comportamenti. Se a qualcuno non va bene allora sono fatto male io. Noi stiamo cercando giovani, per il momento. Sono gli elementi fondamentali per porre le basi di una squadra forte. I mammasantissima, per ora, non ci interessano, ci sarà la fila ora per venire all’Avellino”.

Tanta fiducia in Salvatore Di Somma: “Avrà anche mille difetti, come me, ma sa scegliere i giovani come nessun altro. Con lui litigo da una vita, da quando mi dava calcioni in serie A, ero un attaccante sgusciante e lui uno che faceva male, gamba o pallone. Meglio diventare amici e lo siamo da quando abbiamo lavorato alla Juve Stabia. Ora è a Milano a parlare con l’Inter di alcuni giocatori, non so neanche chi sono, so solo che a Castellammare mi portò Falcinelli, Sau, Mbakogu, Pavoletti che mai avevo sentito nominare, ora ne parlano tutti”.

Altri due giorni di vacanza e poi “venerdì sarò ad Avellino per pianificare il lavoro, ci sarà una full immersion dopo Ferragosto. Avellino è una piazza competente, sanguigna, mi piace”.

Ultimi Articoli