Arrestato Domenico Cecere, ex portiere dell’Avellino Calcio

Arrestato Domenico “Mimmo” Cecere, finito in carcere dopo una vicenda di stalking e due evasioni dagli arresti domiciliari.

Il 48enne calciatore di origini casertane, ex portiere dell’Avellino Calcio e di altre società, da anni è divenuto messinese, città dove si era stabilito da tempo ed aveva avviato una brillante attività economica, che pare non andasse bene negli ultimi tempi.

Secondo una ricostruzione dei fatti riportata nell’edizione odierna della Gazzetta del Sud, alcune settimane addietro l’ex portiere – tra l’altro procuratore affermato di alcuni giocatori – è rimasto coinvolto in un procedimento per stalking, e quindi ha subito un primo provvedimento da parte della magistratura peloritana, che si è concretizzato con un divieto di avvicinamento alla vittima.

Sempre secondo quanto riportato dal quotidiano messinese, dopo una serie di violazioni la misura sarebbe stata aggravata, con la decisione di un altro giudice di mandare Cecere agli arresti domiciliari nell’abitazione di un conoscente.

Cecere sarebbe evaso per due volte da quella abitazione, per cui è stata decisa non più la detenzione in casa di un conoscente, ma la detenzione in nella casa circondariale di Gazzi dove attualmente è ristretto.

Emanuele de Girolamo

SPOT