Pallavolo femminile, Acca Montella ko ad Agrigento

Nella seconda giornata di ritorno del campionato femminile di B1 serie D, sul campo del Palazzetto di Aragona, in terra siciliana l’Acca Montella cede tre punti, a testa alta, all’Akragas Volley Agrigento, aiutati anche da alcune sviste della coppia arbitrale. La formazione akragantina di Valerio Lionetti è in vetta alla classifica generale, da sola, con 35 punti, a più 3 dalla Marsala, nettamente sconfitto per 3 a 0 dal Volalto Caserta.
Mister Matarazzo schiera in campo: Mautino opposta a Montella in regia, schiacciatrici Boccia e Matarazzo Serenella, Di Cristo e Labate al centro, libero Castiello.
Nel primo set l’Acca aggredisce subito l’Akragas e al primo time-out tecnico e avanti di due punti (6-8) e al secondo time-out avanti di 8 punti (8-16). Mautino (16 punti) e Boccia (15 punti) offrono un ottimo spettacolo. In difesa Castiello impenetrabile. Il set si conclude con un 20 a 25 per le montellesi. Di contro la squadra agrigentina commette parecchi errori, sia in battuta, che in attacco ed in difesa. Nel secondo set in poi, l’Akragas Volley e’ tornata concentratissima soprattutto con l’ingresso in campo della centrale Simona Rotondo, il gioco della formazione Agrigentina migliora notevolmente. L’Akragas Volley cresce in ogni fondamentale e porta a casa il set 25-22.
Gran battaglia nel terzo set dove il muro e la difesa del sestetto montellese sono stati determinanti, fino al 22 a 22. Poi l’equilibrio si spezza e l’Agrigento, con un colpo di coda fa suo il set per 25 a 22. L’Acca Montella si arrende quasi subito e si smarrisce nel quarto set. L’Akragas Volley, invece, non sbaglia piu’ nulla e con determinazione chiude il set in poco meno di 20 minuti: 25-16. Domenica 23 febbraio, l’Acca Montella ospita, nella palestra comunale di Cassano Irpino, la Betitaly Maglie (Le) alle ore 18,00.

Ultimi Articoli

Top News

Il nome di Mario Draghi più di due volte al minuto sui media italiani

25 Febbraio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Negli ultimi 22 giorni, da quando ha ricevuto l’incarico dal Presidente della Repubblica, il nome di Mario Draghi è stato pronunciato quasi 70.000 volte (68.804) dai mezzi di informazione italiani: una media di oltre 2 volte al minuto. Il dato emerge dal monitoraggio svolto su oltre 1.500 fonti media fra carta stampata […]

[…]