Falchi Rossi, Battista: questo calcio non mi appartiene

Falchi Rossi, Battista: questo calcio non mi appartiene
Giuseppe Battista, tecnico dei Falchi Rossi, è deluso. “È la prima volta che mi rivolgo all’opinione pubblica, ma è una cosa che faccio con orgoglio, passione e umiltà. Da anni mi impegno sui campi di calcio nel tentativo di far rispettare le regole di gioco con sportività, con lo stesso orgoglio, p…

Falchi Rossi, Battista: questo calcio non mi appartiene

Giuseppe Battista, tecnico dei Falchi Rossi, è deluso. “È la prima volta che mi rivolgo all’opinione pubblica, ma è una cosa che faccio con orgoglio, passione e umiltà. Da anni mi impegno sui campi di calcio nel tentativo di far rispettare le regole di gioco con sportività, con lo stesso orgoglio, passione ed umiltà e con tutte le società con cui ho collaborato: presidenti, dirigenti e con tutti gli atleti che ho avuto a disposizione. Con tutti ho avuto anche il piacere di imparare e crescere. Per me il calcio è un esempio di vita, con tutti i suoi valori essenziali di cui ha bisogno: stima, rispetto, umiltà, onestà e lealtà. Tutti valori che ho cercato di trasmettere ogni anno, ogni giorno e ogni ora, su tutti i campi dove sono stato presente”. Nella sua missiva continua ancora: “E’ da un po’ di tempo che tutti questi valori vengono calpestati da un numero di società ed atleti sempre crescente, e questo è riscontrabile in vari campi e stadi di Avellino e provincia. Vedo sempre di più comportamenti diversi dalle buone regole che il calcio cerca di insegnare.
Nei campi sono sempre più presenti grida ed urla paragonabili a quelle dei venditori ambulanti che frequentano i mercati, tipo il giovedì ad Atripalda ed il sabato ad Avellino, ed altri giorni in altri paesi della provincia, o peggio ancora, minacce, insulti, provocazioni, calci e botte. Tutto questo nel tentativo di raggiungere qualcosa in più, che diversamente, giocando in modo pulito e onesto, rispettando tutte le regole del calcio e del buon vivere, a loro intendimento, non si potrebbero mai raggiungere”. Il pensiero dell’allenatore di una delle formazioni principali e storiche della città di Avellino non finisce qui: “È vergognoso assistere a tutto questo, capisco che battere il più forte delle volte è difficile, a volte impossibile, ma cercare di vincere o insegnare a vincere giocando sporco è la cosa più vergognosa che possa esistere, calpestando in modo umiliante tutte le regole primarie del più bel gioco del mondo.
Non si può accettare, condividere, restare impassibili e far finta di niente di fronte a tutto questo.
Vedere sempre diminuire le famiglie, i ragazzi i bambini che assistono alle partite di calcio; l’esempio che si insegna oggi in questo mondo non è dei migliori.
Probabilmente, a queste condizioni, l’unica cosa ragionevole è consigliare a tutti di restare a casa, meglio non assistere a spettacoli indecorosi e incivili.
Non si possono accettare comportamenti di inciviltà pura! Dovremmo essere i primi a dare l’esempio! Ne parlo ogni giorno con presidenti, dirigenti ed atleti, colleghi e amici, cercando di farmi capire e di far cambiare lo stato delle cose. Peccato che molti sono sordi o fanno finta di non sentire, anzi, peggio, molti allestiscono ed insegnano in grande stile ‘Scuola di calcio’, solo per il lato economico e niente di più.
È una vergogna!
Non posso, e non mi adeguerò mai a tutto questo, ma cercherò con impegno di cambiare nel mio piccolo lo stato delle cose, sperando che saremo sempre più numerosi”. Il lungo documento redatto si conclude in questo modo: “La mia vittoria, in ogni partita e al di là del risultato finale, è ricevere personalmente e vedere ricevere dai miei dirigenti e dai miei ragazzi i complimenti dall’arbitro e dai commissari di campo. È grande amarezza e delusione se al termine di una partita questo non succede. Sarebbe questa si, una sconfitta, ed anche una delle più pesanti. L’auspicio è che questo mio sfogo serva a qualcosa”.

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino concentrato con le ‘piccole’ per la rincorsa

8 Dicembre 2021 0

di Dino Manganiello Adesso è necessario capovolgere quanto fatto finora. Perché dopo aver sottolineato le buonissime prestazioni dell’Avellino contro le migliori dell’attuale classifica, c’è da ricordare, anche se è doloroso, che i biancoverdi hanno perso […]

Cultura ed Eventi

Esiste l’inquilino sicuro: ecco chi è

8 Dicembre 2021 0

Esiste l’inquilino sicuro? Ossia quell’inquilino che non crea problemi di morosità e che garantisce nella massima serenità la rendita di un immobile?Gianluca Russo, Ceo di Solo Affitti Avellino ci ha spiegato come funziona la politica del marchio Solo Affitti , […]

Attualità

A Summonte melodia antistress grazie a tiglio secolare

7 Dicembre 2021 0

Ha più di 240 anni ed è censito nello speciale elenco degli alberi monumentali d’Italia. Oltre a rappresentare da sempre uno straordinario valore estetico e paesaggistico. Ma ora diventa anche strumento “terapeutico”. Si tratta del […]