Calcio a 5 femminile, secondo successo per l’Hirpinia Academy

Seconda vittoria per l’Hirpinia Academy in quel di Cerreto Sannita contro le coriacee padrone di casa. Il match è terminato 3-2 in favore delle irpine. Partita tiratissima e conbattuta per tutti e sessanta i minuti di gioco ma che alla fine hanno visto vittoriose le irpine che dopo un primo tempo un po in affanno disputatano un ottima seconda frazione portando cosi a casa il bottino pieno.
Partono subito fortissimo le padrone di casa che dopo solo 30 secondi passano in vantaggio con un eurogoal della D’Angelo che posizionata nella 3/4 campo avversaria decentrata sulla destra quasi sulla linea laterale raccoglieva un lancio lungo del capitano Gisondi e scaricava al volo un destro terrificante che si infilava all’incrocio opposto battendo l’incolpevole Dimonti.Le biancoverdi scosse cercavano di raegire prestando il fianco alle veloci ripartenze delle padrone di casa che mettevano in difficolta la retroguardia irpina dove la Moschella cercava di portare esperienza e calma, ma la squarda ospite soffre terribilmente la velocita in campo aperto della Uccellini e della Gisondi rischiando in un paio di occasioni di capitolare. riuscendo pero’ a contenere e a proporsi con la Filocaso R. e la giovane Grassi, ed è prorpio da un rapido scambio tra le due che nasce l’azione che portera’ al pareggio delle biancoverdi, scambio tra le due e palla sulla destra dove l’accorrrente Lombardi esplode un destro potentissimo che si insacca sottola traversa.
La Partita si riapre piu’ equilibrata con le ospiti a giostare con una Filocaso junior in versione “monstre” pronta a sdoppiarsi nelle doppia veste di difensore e suggeritore, e padrone di casa a ripartire velocemente appoggiandosi alle sponde della Uccellini. Nuovo vantaggio delle ragazze rossoblu al 23′ quando da un calcio d’angolo per le avellinesi la Gisondi intercetta palla e vola in contropiede dove la solitaria Moschella non puo’ nulle sullo scambio tra la stessa e la Uccellini che restituisce palla alla compagna che batte la Dimonti in uscita.
La partita si incendia, le sorelle Filocaso ripartono a mille, scambio tra le due con il capitano atterrato al limite dell’area e con la Carrabs a riequlibrare il risultato con una splendida punizione che si insacca all’incrocio dei pali Ultimi minuti incandescenti con numerosi capolvolgimenti di fronte,con un paio di buone occasioni per la giovanissima Romano per le irpine e con la traversa del capiatno Gisondi per le padrone di casa che sciupano pero’ sul finire una ghiottissima occasione prorpio allo scadere con la Uccellini che ruba palla alla Iarriccio e si presenta da sola con la Dimonti che esce alla disperata e riesce a salvare la sua porta chiudendo cosi un primo tempo bello ed emozionante.
Ripresa totalmente diversa con le ospiti ben disposte che giostrano meglio e che riescono a non rischaire tantissimo,anzi sempre pronte a far male con la Filocaso M. veramente incontenibile che spacca letteralemte la partita portando a spasso le avversarie e raddoppiando sempre in fase difensiva.Le irpine costruiscono molto lasciando alle avversarie conclusioni dalla lunga distanza. Numerose palle goal create ma sprecate o ben parate come in al 14′ quando la Lombardi e la Grassi si scambiano piu volte la palla presentandosi davanti all’estremo di casa abile a deviare in angolo susseguente al quale il capitano irpino Filocaso R. coglie la base del palo destro con un tiro angolatissimo.Le sannite non riescono piu’ ad essere incisive e rischiano in un altro paio di occasioni con le ragazze di Sementa che sprecano situazioni di 3 contro uno ma che vanno vicinissime al vantaggio ancora con Filocaso Junior che prima apre troppo il piattone a tu per tu col l’estremo sannita che pochi minuti dopo si esalta su una conclusione della stesse giocatrice pescata dalla Carrabs sul secondo palo e tiro al volo bellissimo che esalta la pipelet di casa. Ma il Cerreto non ci sta e va vicina al vantaggio con la Grasso che non riesce a battere a rete una favorevole occasione che pero’ risultera’ letale in quanto proprio sulla ripartenza il capitano Filocaso R. dopo aver saltato un avversaria lascia partire un sinistro angolato che batte l’estremo di casa.
Ultimi minuti di fuoco con le sannite che non ci stanno sospinte dal numeroso pubblico che cercano il forcing e le irpine a cercare di addormentare il gioco ancora con la giovane Filocaso sugli scudi ben coadiuvata ,dalla sorella e capitano ,dalla Lombardi a giostare le operazioni e dalla Pontillo ad aggredire in ogni zona del campo.Come detto ultimi istanti elettrici dove ne fa le spese la D’Angelo espulsa ma con nessuna conclusione importante da segnalare e trplice fischio finale a sancire la vittoria delle irpine. Raggiante il tecnico irpino Perrottelli: “Partita durissima come avevamo immaginato,le ragazze sono state brave a non mollare nel momento piu duro e anzi e a cercare di comapattarsi sempre piu’,con un gruppo granitico dove tutte sono pronte a darsi una mano ed ad incitarsi.Secondo tempo di lievello dove siamo cresciute moltissmo e abbiamo fatto male ad ogni ripartenza comunque questo è da considerarsi altro fieno nella nostra cascina per il nostro obiettico e cioè la salvezza,difficile viste l’equilibrio del torneo con squadre preparatissime come la Salernitana Magna Graecia nostra prossima avversaria”.
Presente stavolta anche Sementa, il cui commento si riferisce all’arbitraggio: ”Cme spesso accade a nostro sfavore oggi l’arbitraggio mi ha lasciato perplesso per alcune decisioni che onestamente ci hanno avvantaggiato, e non mi riferisco al presunto doppio giallo contestato dal Cerreto in quanto poi ci è stato spiegato che l’ammonizione non riguardava la calciatrice Filocaso, solo richiamata per aver un orecchino e fatta accomodare in panchina per toglierlo, ma all’azione che ha portato al’espulsione della D’angelo, causata da un fallaccio di una nostra calciatrice che andava probabilmente espulsa e non ammonita. Comunque durante l’arco di un campionato gli errori e le sfortune vanno quasi sempre livellandosi. Colgo l’occasione per fare i complimenti al Cerreto e ritengo che un pareggio visto il loro primo tempo in cui hanno dominato ed il secondo nostro dove gli abbiamo reso pariglia, sarebbe stato il risultato più giusto”.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]