Un Avellino impalpabile cade a Terni: 4-1. Lupi mai in gara

TERNANA-AVELLINO:4-1

TERNANA (4-3-1-2): Aresti; Zanon, Diakitè, Meccariello, Rossi A.; Petriccione, Ledesma (32′ st Coppola), Di Noia (27′ pt Defendi); Falletti (36′ st Contini); Avenatti, Palombi. A disp.: Piacenti, Monachello, Pettinari, Della Giovanna, Palumbo, Tinti. All.: Liverani.

AVELLINO (4-4-2): Lezzerini, Gonzalez, Jidayi, Djimsiti, Laverone; Lasik (7′ st Bidaoui), Omeonga (13′ st Camarà), D’Angelo, Belloni (1′ st Paghera); Verde, Ardemagni. A disp.: Iuliano, Perrotta, Migliorini, Eusepi, Castaldo, Solerio. All.: Novellino. All.: Novellino.

MARCATORI: 16′ pt Avenatti (Rig,T), 35′ pt Palombi (T), 3′ st Mecariello (T), 29′ st Ardemagni (A), 30′ Falletti (T)

Arbitro: Di Paolo di Avezzano. Assistenti: Caliari di Legnago e Bresmes di Bergamo. Quarto uomo: Marchetti di Ostia Lido.

Note: Ammoniti: Rossi, Falletti, Zanon, Meccariello (T), Laverone (A). Angoli: 3-2 Ternana. Rec: 4′ pt; 3′ st

LE SCELTE – Walter Novellino che deve rinunciare a Radunovic impegnato in nazionale e Moretti infortunato schiera il suo Avellino con il classico 4-4-2. In campo dal primo minuto Belloni. Davanti a Lezzerini (30esimo giocatore biancoverde a essere schierato quest’anno) agiranno da destra verso sinistra Gonzalez, Jidayi, Djimsiti e Laverone. Lasik, Omeonga, D’Angelo e Belloni in mediana. Duo d’attacco composto da Verde e Ardemagni. 260 presenze in B per il centravanti che compie 30 anni.

LA GARA- 1′ tentativo di Verde che ci prova dal vertice sinistro dell’area. Tiro alto. E’ un Avellino che gioca a protezione della propria area.  8′ ammonito Laverone per un fallo su Faletti, uomo più pericoloso delle Fere.16′ rigore per la Ternana, Djimisiti contrasta Faletti l’arbitro concede il penalty. Dal dischetto Avenatti che non perdona Lezzerini. Tiro dal dischetto molto dubbio con i giocatori biancoverdi che protestano e non poco. Mister Novellino inverte la posizione di Belloni e Lasik.  In casa Avellino si sente l’assenza di Moretti in linea mediana.  I lupi non riescono a ragionare. 31′ Ardemagni protesta per un contatto con Diakitè. 35′ la Ternana trova il raddoppio in contropiede, dopo un colpo di testa di Ardemagni. Palombi ben servito da Falletti non perdona.  44′ cross di Falletti per la testa di Petriccione, ma il colpo di testa non inquadra la porta.48′ appoggio di Ardemagni per D’Angelo, timita conclusione del capitano bloccata da Aresti. Dopo quattro minuti di recupero il signor Di Paolo manda tutti negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO- Avellino assente e Meccariello con un tiro al volo manda la palla dove Lezzerini non può arrivarci. Novellino arrabbiato per l’atteggiamento della propria squadra. Una formazione rinunciataria che non riesce a reagire.  Al 7′ il tecnico di Montemarano si gioca anche la carta Bidaoui. 11′ Bidaoui manda in bambola gli avversari giunge in area e cede a capitan D’Angelo che non trova la porta. Pallone che finisce fuori.  Bidaoui un minuto dopo serve Verde che calcia da buona posizione alto. Novellino le prova veramente tutte per provare a raddrizare il match. 20′ girata al volo di Falletti che termina sul fondo. 21′ Bidaoui entrato bene in gara serve Verde. Conclusione che termina alta. 24′ Bidaoui serve Paghera, ma il tiro di quest’ultimo viene bloccato senza problemi da Aresti. 25′ Defenidi ci prova di destro, Lezzerini blocca.  E’ un Avellino che gioca a trazione anteriore in questa ultima fase del match per provare a rendere almeno meno amara la sconfitta. Continuano a cantare senza gli 800 tifosi irpini. 28′ è Bidaoui a guadagnarsi un calcio rigore per un brutto fallo di Meccariello. Dal dischetto va Ardemagni. Che non perdona. 11esimo centro stagionale per la punta che accorcia le distanze. Nemmeno il tempo di festeggiare è Falletti a chiudere i conti con un gran tiro all’incrocio dei pali. 37′ ci prova Bidaoui con un tiro a girare. 38′ Gonzalez serve Ardemagni che controlla e si gira, tiro del numero 33 che finisce di poco fuori. Finisce così il match. Una gran brutta sconfitta per l’Avellino, considerando che nei prossimi due match per i biancoverdi che hanno un margine di vantaggio di 4 punti sui play-out ci saranno due difficilissimi match contro Spal e Frosinone. D’Angelo va a chiedere scusa ai tifosi al termine di una gara bruttissima. Non sembra essere la stessa squadra ammirata tra gennaio e febbraio.

 

Ultimi Articoli

Top News

Mattarella “Determinazione per la ripartenza, no a teorie antiscientifiche”

26 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La ripartenza è una strada nuova. Dobbiamo percorrerla con determinazione e con speranza. Come è accaduto in altri momenti della nostra storia, quando nel dopoguerra la ricostruzione è cominciata dalle macerie, quando un nuovo modello sociale, più capace di benessere, di opportunità e diritti, è scaturito dal concorso di forze e di […]

[…]

Top News

Ictus, il fattore tempo decisivo per salvare vite

26 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Debolezza da un lato del corpo, bocca storta, difficoltà a parlare o comprendere (afasia), muovere con minor forza un braccio, una gamba o entrambi, vista sdoppiata o campo visivo ridotto, mal di testa violento e improvviso, insorgenza di uno stato confusionale, non riuscire a coordinare i movimenti nè stare in equilibrio: questi […]

[…]

Top News

Il “Dekra Road Safety Award 2021” al Politecnico di Milano

26 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – E’ stato assegnato al Rettore del Politecnico di Milano, Ferruccio Resta, il Premio Internazionale “Dekra Road Safety Award 2021” giunto alla quarta edizione. A ritirare il premio Marco Bocciolone, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Meccanica. Il riconoscimento, che valorizza le realtà italiane, aziende o figure professionali più attive e brillanti nell’ambito della […]

[…]

Top News

Primi 9 mesi 1,68 mln nuclei beneficiari reddito-pensione cittadinanza

26 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Nel periodo gennaio-settembre 2021, secondo i dati dell’Inps, i nuclei percettori di Reddito di Cittadinanza (RdC) sono stati oltre 1,52 milioni, mentre i percettori di Pensione di Cittadinanza (PdC) sono stati più di 160mila, per un totale di oltre 1,68 milioni di nuclei e quasi 3,8 milioni di persone coinvolte, per un […]

[…]

Top News

Sud, Draghi “I ritardi nella spesa una tassa sul futuro dei giovani”

26 Ottobre 2021 0
BARI (ITALPRESS) – “Le risorse messe a disposizione per il Sud oggi non hanno precedenti nella storia recente. Dobbiamo spendere bene questi soldi, con onestà e rapidità. La responsabilità è del Governo, ma anche dei Comuni e degli altri enti territoriali.I ritardi nella spesa, che per troppo tempo hanno colpito il Mezzogiorno, sono un ostacolo […]

[…]