VIDEO VERGOGNA – Gli angeli del 118 costretti a svestirsi nel parcheggio del Moscati.

Costretti a svestirsi delle tute potenzialmente infette all’esterno del Pronto Soccorso dell’ospedale Moscati di Avellino, nel parcheggio e tra i rifiuti.

Un’operazione delicata, che richiede specifiche norme di sicurezza e la massima attenzione per evitare di toccare parti infettate dal Covid-19.

La direzione della città ospedaliera del capoluogo, anziché aree attrezzate, ha messo a disposizione delle squadre di soccorso e degli operatori sanitari, un angusto prefabbricato di due metri per due, in pessime condizioni igieniche e sommerso di rifiuti speciali di ogni genere.

La denuncia, testimoniata da un video postato su Facebook, arriva dal cittadino Duilio Preziosi, che in un post denuncia: “Per la svestizione l’azienda dovrebbe mettere a disposizione un locale idoneo a pressione negativa con un’entrata e un’uscita, con all’interno almeno una sedia ed un tavolo dove dovrebbero essere posizionati disinfettanti e guanti puliti e un lavandino dove potersi lavare e disinfettare le mani. Il locale dovrebbe infine essere sanificato dopo ogni svestizione”.

La vergognosa situazione viene poi così sottolineata da Preziosi: “Queste persone rischiano ogni giorno la propria incolumità, ma sono considerate carne da macello dai piani alti, mentre loro, comodamente seduti in ufficio e lontani dal pericolo, continuano a dire che è tutto sotto controllo. Ce la faremo a uscire dall’emergenza combattendo il nemico in queste condizioni?“.

E’ la domanda che si pongono quanti guardano le immagini che vi proponiamo.

Ultimi Articoli