Ultime ore di “libertà”: da domani si esce solo con l’autocertificazione. Scaricala qui

Ultime ore di libertà, da domani (24 dicembre) e fino al 27 dicembre e nei giorni festivi e prefestivi (27 e 31 dicembre, 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio) sarà possibile circolare sull’intero territorio nazionale solo in caso di necessità, per motivi di lavoro e di salute o per le visite a parenti e amici, per uno spostamento massimo consentito di sole due persone adulte (nessuna limitazione per gli under 14).

Da domani tutta Italia è in zona Rossa, che si alternerà con la zona Arancione prevista nei giorni 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio. Ogni spostamento andrà certificato tramite il modulo autodichiarazione, rimasto invariato da ottobre, salvo nuove pubblicazioni nelle prossime ore.

Sono previste comunque delle deroghe per gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore ai 5mila abitanti, i cui residenti possono spostarsi per una distanza non superiore ai 30 chilometri rispetto ai confini. Non si può andare però nei capoluoghi di provincia.

Per tutti i cittadini è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, ubicata nella medesima regione, una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22, e nei limiti di due persone. Non vengono ricompresi, in tale limite numerico, i minori di 14 anni sui quali le persone interessate allo spostamento esercitino la potestà genitoriale e le persone disabili o non autosufficienti con esse conviventi.

Il ritorno a casa è sempre consentito a qualsiasi ora del giorno e della notte e che per “casa” si intende la residenza, il domicilio o l’abitazione. L’accesso ai luoghi di culto e la partecipazione alle funzioni religiose restano comunque consentite.

Chi non rispetta le regole rischia una multa da 400 a 1000 euro, come previsto dal decreto. Il Governo ha acconsentito al regolare svolgimento di cenoni e pranzi in famiglia, con due ospiti più gli under 14 e i non autosufficienti. I controlli in casa sono impediti alle forze dell’ordine.

Ultimi Articoli

Top News

Vaccino, in Italia oltre 413 mila somministrazioni

8 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Tocca quota 413.121 il numero delle vaccinazioni somministrate a oggi, secondo i dati sulla piattaforma dedicata e fermi alle 10 di questa mattina. Vaccino inoculato a 259.913 donne e 159.208 uomini. Come sempre il maggiore numero dei destinatari è rappresentato da operatori sanitari (346.092), personale non sanitario (42.691) e ospiti delle strutture […]

[…]

Top News

Altro caso di coronavirus alla Juve, positivo De Ligt

8 Gennaio 2021 0
TORINO (ITALPRESS) – Ancora un caso di coronavirus alla Juventus. Dopo Alex Sandro e Cuadrado, è la volta di Matthijs De Ligt, che salterà dunque la gara di domenica contro il Sassuolo. “Juventus Football Club comunica che, nel corso dei controlli previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid 19 del giocatore […]

[…]

Top News

Coronavirus, 17.533 nuovi casi e 620 decessi in 24 ore

8 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Ancora in leggero calo i contagi da coronavirus in Italia. I nuovi casi, riportati dal bollettino del Ministero della Salute sono 17.533 (ieri erano stati 18.020) a fronte di un numero maggiore di tamponi eseguiti: 140.267 (121.275 quelli effettuati ieri). Il rapporto tamponi/positivi cala quindi al 12,4%. Tornano però a crescere i […]

[…]

Top News

Coronavirus, il tampone di D’Incà era un falso positivo

8 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Dopo la notizia del tampone positivo, il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà si è sottoposto a un nuovo tampone, che ha dato esito negativo.Quindi l’esame effettuato in precedenza rappresentava un falso positivo.“Per il numero delle persone coinvolte e per la delicatezza della questione – fa sapere il suo […]

[…]