Taglio alle tasse universitarie, ecco come funziona

Il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha dato il via libera al riparto a livello di ateneo del Fondo di finanziamento ordinario, che per il 2017 ammonta a 6,982 miliardi di euro totali. Quest’anno per la prima volta sono stati distribuiti con l’Ffo anche i fondi per la no tax area, la novità prevista dalla legge di bilancio per il 2017 che consente agli studenti con Isee fino a 13mila euro di essere esonerati dal pagamento delle tasse e garantisce tasse ‘calmierate’ a chi ha un Isee fra 13mila e 30mila euro. Si tratta di 55 milioni. Di questi, 20,73 milioni (37,7%) vanno al Nord, 13,2 milioni (24%) vanno al Centro e 21,07 milioni (38,3%) vanno al Sud.

Per la distribuzione delle risorse è stato applicato il criterio della legge di bilancio 2017, che prevede il riparto in proporzione alla percentuale di studenti attualmente esonerati dalle tasse moltiplicati per il costo standard per studente in corso del rispettivo ateneo. I dati, fa sapere il Miur, indicano una sostanziale ‘tenuta’ dei finanziamenti ricevuti dalle singole Università grazie alla clausola di salvaguardia fissata dal Ministero, che prevedeva un tetto massimo di riduzione del 2,5% rispetto al 2016. Tetto che non è stato toccato: il decremento massimo registrato è dell’1,94%.

Fra le novità che hanno inciso sulla distribuzione del fondo di quest’anno, ci sono l’aggiornamento dei dati sulla qualità del reclutamento e l’attuazione del criterio dell’autonomia responsabile. Per la prima volta le variazioni di performance degli atenei sono state valutate anche sulla base di due indicatori da loro scelti a fine 2016 in relazione a didattica, ricerca e internazionalizzazione. Agli atenei, spiega il Miur, è stata data la possibilità di ‘scommettere’ sulle loro peculiarità formative o di ricerca. Con un incentivo per le Università del Sud e del Centro.

Le prime, a parità di risultati nei miglioramenti sugli indicatori scelti per didattica, ricerca o internazionalizzazione, si sono viste attribuire un coefficiente aggiuntivo del 20% mentre le seconde hanno avuto un coefficiente aggiuntivo del 10%.

Le novità di quest’anno hanno portato 21 atenei ad ottenere un Ffo 2017 superiore rispetto al 2016, di cui 11 al Sud (Bari Politecnico, Università di Catanzaro, Napoli Parthenope, Università degli studi de L’Aquila, Università degli studi della Campania ‘Vanvitelli’, Università di Bari, Università Chieti-Pescara, Università del Molise, Università di Foggia, Università del Sannio, Università di Salerno), 7 al Nord (Università di Bergamo, Milano Bicocca, Piemonte Orientale, Università di Ferrara, Università dell’Insubria, Milano Statale, Sissa di Trieste) e 3 al Centro (Università di Urbino, Università Politecnica delle Marche, Università per Stranieri di Siena).

Ultimi Articoli

Top News

Sgarbi “Gli italiani si vaccinano, il green pass è inutile”

22 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Da assessore riapro il teatro Valle, provvedo alla sicurezza nei musei e tutti quelli di Stato li rendo gratis per gli italiani e poi voglio fare il percorso dei parchi, pieni di fascino e molto trascurati”. Così Vittorio Sgarbi intervistato da Claudio Brachino per la rubrica Primo Piano dell’agenzia Italpress. “Per le […]

[…]

Top News

Obbligo di green pass anche alla Camera, i deputati recepiscono il Dl

22 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “L’obbligo del Green Pass verrà esteso a tutti i luoghi di Montecitorio. Per chi violerà le regole saranno previste sanzioni, a partire dal taglio della diaria per i deputati. Lo abbiamo deciso oggi, in perfetta continuità con la delibera che già ne prevedeva l’uso alla Camera”. Lo scrive su Twitter il presidente […]

[…]

Top News

Draghi “Scienza e politica devono collaborare”

22 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sono molto felice che le accademie nazionali delle scienze e le accademie nazionali delle scienze sociali e umane abbiano deciso di dare il loro contributo alla presidenza italiana del G20. L’evento di oggi ha luogo nell’Accademia dei Lincei, che si è distinta nei secoli per la qualità della sua produzione scientifica e […]

[…]

Top News

Covid, 3.970 nuovi casi e 67 decessi in 24 ore

22 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Ancora un nuovo incremento dei casi Covid in Italia nelle ultime 24 ore. Secondo i dati forniti dal Ministero della Salute, i nuovi casi sono 3.970, in crescita rispetto ai 3.377 del 21 settembre, nonostante un numero inferiore di tamponi processati, 292.872, determinando un tasso di positività all’1,35%. Stabili i decessi a […]

[…]