Serino, muore dopo la tac al “Landolfi”. La Procura apre un’inchiesta

In coma dopo la tac, muore ad un mese di distanza. E’ quanto accaduto ad un 70enne di Serino. Lo scorso mese di marzo l’uomo fu ricoverato all’ospedale Landolfi di Solofra per sottoporsi ad una tac polmonare. Era l’otto marzo. G.S., queste le iniziali dell’uomo, era affetto da una neoplasia.

I medici del nosocomio della cittadina conciaria lo sottoposero ad una tac con contrasto. Qualche cosa però non deve essere andato per il verso giusto. Dopo l’esame il 70enne finì in coma. E non si è mai più ripreso. Da Solofra, in rianimazione non c’erano posti letto, l’uomo fu trasferito all’ospedale di Eboli in provincia di Salerno.

Venerdì scorso il G.S. è morto. La Procura della Repubblica di Salerno ha disposto il sequestro della salma. La prossima settimana sul corpo del 70enne sarà effettuata l’autopsia. Gli sviluppi dell’indagine consentiranno di appurare cosa ha determinato la morte dell’uomo. L’ipotesi di reato è omicidio colposo ma al momento non ci sono medici indagati.

Ultimi Articoli

Avellino

Estrazione abusiva di materiale dal fiume Sabato: denunciati due imprenditori

27 Gennaio 2020 0

I Carabinieri della Stazione Forestale di Avellino hanno denunciato per reati ambientali, gli amministratori di due società. Dall’attività d’indagine sono emersi indizi di colpevolezza nei confronti degli imprenditori, ritenuti responsabili dell’estrazione abusiva di materiale lapideo […]