“Quando muoio lasciami dove vuoi”: cadavere di un irpino abbandonato in strada

Le aveva detto: “Quando morirò non preoccuparti, puoi portarmi ovunque ma non dai miei familiari”. E lei lo ha “accontentato”.

Il corpo senza vita di Mario Castellano, 84 anni di Grottaminarda è stato scaricato e ritrovato di fronte al pronto soccorso dell’Ospedale Rummo di Benevento, in una piazzola di sosta.

Ad abbandonare lì il cadavere dell’uomo, che da una prima analisi non ha ricevuto violenze, ma non era autosufficiente, è stata la convivente, Giuseppina, 64 anni originaria di Gioi, un piccolo comune cilentano.

È stata lei, opportunamente interrogata dal sostituto procuratore Marilia Capitanio, a rivelare l’amara e assurda verità. L’uomo è morto sabato, lei lo accudiva da 12 anni

Quando si è accorta della morte del compagno, lo ha caricato sulla sua Wolkswagen Lupo e da Grottaminarda lo ha portato fino al Rummo, abbandonando nella piazzola di sosta. La Procura ha disposto l’autopsia.

Ultimi Articoli