Processo Isochimica, chieste dure condanne per 27 imputati: tutti i nomi

Severe condanne sono state richieste dal pubblico ministero Roberto Patscot per il processo Isochimica che si avvia alla conclusione.

La fabbrica dei veleni, dove venivano scoibentate dall’amianto le carrozze ferroviarie, ha provocato decine di morti: ex operai che si sono ammalati per i veleni respirati, pagando a caro prezzo l’attività svolta nell’azienda di Elio Graziano, l’imprenditore di mercogliano che vantava di possedere una laurea in ingegneria presa alla Sorbona, il presidente dell’Avellino calcio osannato da accondiscendenti mezze figure ghiotte di quelle centomila lire che l’ingegnere dispensava come coriandoli, quando scendeva dall’elicottero arrivando allo stadio.

Molti sapevano ma fingevano di non sapere, pochi controllavano, tanti si genoflettevano al cospetto dell’uomo che riusciva ad accaparrarsi simpatie ed appalti attraverso la sua forza economica.

Al termine di una requisitoria scrupolosa e dettagliata, il PM ha chiesto condanne per ex funzionari di Ferrovie dello Stato (dieci anni ciascuno), per i responsabili della sicurezza e anche per due ex sindaci di Avellino, per i componenti la giunta e per un funzionario comunale, anche per il curatore fallimentare e per diversi imprenditori.

Le richieste del pm

Ecco le dettagliate richieste rispetto alle quali dovrà pronunciarsi il collegio presieduto dal giudice Sonia Matarazzo.

  1. Vincenzo Izzo (responsabile sicurezza Isochimica): 10 anni
  2. Pasquale De Luca (responsabile sicurezza Isochimica): 10 anni
  3. Aldo Serio (funzionario Ferrovie dello Stato): 10 anni
  4. Giovanni Notarangelo (funzionario Ferrovie dello Stato): 10 anni
  5. Mauro Finocchi (funzionario Ferrovie dello Stato): 10 anni
  6. Silvano Caroti (funzionario Ferrovie dello Stato): 10 anni
  7. Giuseppe Galasso (sindaco): 2 anni e 6 mesi
  8. Antonio Rotondi (assessore): 2 anni
  9. Sergio Barile (assessore): 2 anni
  10. Giancarlo Giordano (assessore): 2 anni
  11. Ivo Capone (assessore): 2 anni
  12. Tony Iermano (assessore): 2 anni
  13. Donato Pennetta (assessore): 2 anni
  14. Luca Iandolo (assessore): 2 anni
  15. Raffaele Pericolo (assessore): 2 anni
  16. Francesco Tizzani (dirigente comunale): 6 mesi
  17. Francesco Barbieri (imprenditore): 2 anni
  18. Luigi Cicalese (dirigente comunale): 6 mesi
  19. Paolo Foti (sindaco): 6 mesi
  20. Biagio De Lisa (imprenditore): 2 anni
  21. Giovanni D’Ambrosio (imprenditore): 2 anni
  22. Giovanni Rosti (imprenditore): 2 anni
  23. Francesco Di Filippo (imprenditore): 2 anni
  24. Leonida Gabrieli (curatore fallimentare Isochimica): 2 anni
  25. Michele De Piano (funzionario Asl): 6 mesi
  26. Luigi Borea (funzionario Asl): 6 mesi
  27. Giuseppe Blasi (responsabile procedimento): 2 anni

Ultimi Articoli

Attualità

Corriere dell’Irpini­a: in edicola l’Annuario 2021

7 Gennaio 2022 0

Domenica in edicola l’Annuario 2021 del Corriere dell’Irpini­a. Il racconto dei fatti che hanno segnato l’­anno con il commento di studiosi, giornalisti, scritt­ori, le interviste ai protagonisti del mondo della politica, della cul­tura, della società […]

Attualità

Covid in Irpinia: 151 positivi

7 Gennaio 2022 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 961 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 151 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 1, residente nel comune di Aquilonia; – 2, residenti nel comune […]

Cronaca

Trovato morto noto ristoratore di Monteforte Irpino

7 Gennaio 2022 0

Dramma a Monteforte Irpino dove il proprietario di un noto ristorante è stato trovato morto nella cucina dell’attività di famiglia. Sono stati i dipendenti a scoprire il corpo senza vita dell’uomo di 53 anni. A […]

Attualità

Pratola Serra, il Tar conferma lo scioglimento del comune

5 Gennaio 2022 0

Il provvedimento di scioglimento per forme d’ingerenza della criminalità organizzata del Comune di Pratola Serra, centro di meno di 4 mila abitanti alle porte di Avellino indicato come la città dei motori, “deve ritenersi pienamente […]