Processo Isochimica, chieste dure condanne per 27 imputati: tutti i nomi

Severe condanne sono state richieste dal pubblico ministero Roberto Patscot per il processo Isochimica che si avvia alla conclusione.

La fabbrica dei veleni, dove venivano scoibentate dall’amianto le carrozze ferroviarie, ha provocato decine di morti: ex operai che si sono ammalati per i veleni respirati, pagando a caro prezzo l’attività svolta nell’azienda di Elio Graziano, l’imprenditore di mercogliano che vantava di possedere una laurea in ingegneria presa alla Sorbona, il presidente dell’Avellino calcio osannato da accondiscendenti mezze figure ghiotte di quelle centomila lire che l’ingegnere dispensava come coriandoli, quando scendeva dall’elicottero arrivando allo stadio.

Molti sapevano ma fingevano di non sapere, pochi controllavano, tanti si genoflettevano al cospetto dell’uomo che riusciva ad accaparrarsi simpatie ed appalti attraverso la sua forza economica.

Al termine di una requisitoria scrupolosa e dettagliata, il PM ha chiesto condanne per ex funzionari di Ferrovie dello Stato (dieci anni ciascuno), per i responsabili della sicurezza e anche per due ex sindaci di Avellino, per i componenti la giunta e per un funzionario comunale, anche per il curatore fallimentare e per diversi imprenditori.

Le richieste del pm

Ecco le dettagliate richieste rispetto alle quali dovrà pronunciarsi il collegio presieduto dal giudice Sonia Matarazzo.

  1. Vincenzo Izzo (responsabile sicurezza Isochimica): 10 anni
  2. Pasquale De Luca (responsabile sicurezza Isochimica): 10 anni
  3. Aldo Serio (funzionario Ferrovie dello Stato): 10 anni
  4. Giovanni Notarangelo (funzionario Ferrovie dello Stato): 10 anni
  5. Mauro Finocchi (funzionario Ferrovie dello Stato): 10 anni
  6. Silvano Caroti (funzionario Ferrovie dello Stato): 10 anni
  7. Giuseppe Galasso (sindaco): 2 anni e 6 mesi
  8. Antonio Rotondi (assessore): 2 anni
  9. Sergio Barile (assessore): 2 anni
  10. Giancarlo Giordano (assessore): 2 anni
  11. Ivo Capone (assessore): 2 anni
  12. Tony Iermano (assessore): 2 anni
  13. Donato Pennetta (assessore): 2 anni
  14. Luca Iandolo (assessore): 2 anni
  15. Raffaele Pericolo (assessore): 2 anni
  16. Francesco Tizzani (dirigente comunale): 6 mesi
  17. Francesco Barbieri (imprenditore): 2 anni
  18. Luigi Cicalese (dirigente comunale): 6 mesi
  19. Paolo Foti (sindaco): 6 mesi
  20. Biagio De Lisa (imprenditore): 2 anni
  21. Giovanni D’Ambrosio (imprenditore): 2 anni
  22. Giovanni Rosti (imprenditore): 2 anni
  23. Francesco Di Filippo (imprenditore): 2 anni
  24. Leonida Gabrieli (curatore fallimentare Isochimica): 2 anni
  25. Michele De Piano (funzionario Asl): 6 mesi
  26. Luigi Borea (funzionario Asl): 6 mesi
  27. Giuseppe Blasi (responsabile procedimento): 2 anni

Ultimi Articoli

Top News

Afghanistan, decine di morti a Kabul in attentati dell’Isis

26 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – L’orrore tra i disperati di Kabul. La morte che divora e inghiotte la vita di afghani che speravano di imbarcarsi su un aereo sognando la libertà. Due esplosioni quasi contemporanee, la prima a ridosso dell’aeroporto, la seconda nei pressi di un hotel in cui da qualche giorno si raggruppano i cittadini che […]

[…]

Top News

Durigon si dimette, “Mai fascista, commesso errori e mi scuso”

26 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Un processo di comunicazione si valuta non in base alle intenzioni di chi comunica, ma al risultato ottenuto su chi riceve il messaggio: è chiaro che, nella mia proposta toponomastica sul parco comunale di Latina, pur in assoluta buona fede, ho commesso degli errori. Di questo mi dispiaccio e, pronto a pagarne […]

[…]

Top News

Tpl, Regioni rivedranno piani gestione e servizi entro 2 settembre

26 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Per definire i diversi aspetti necessari per organizzare al meglio il servizio di trasporto pubblico locale in vista della riapertura delle scuole e della ripresa delle attività, i ministri Mariastella Gelmini (Affari Regionali) ed Enrico Giovannini (Infrastrutture e Mobilità Sostenibili) hanno incontrato i presidenti delle Regioni e delle Province autonome. Nell’incontro sono […]

[…]

Top News

Incendi, da Consiglio dei ministri ok a stato emergenza per 4 regioni

26 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il Consiglio dei ministri ha dichiarato lo stato di emergenza per Sicilia, Sardegna, Calabria e Molise regioni maggiormente colpite dagli incendi. Lo ha annunciato, su Facebook, il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini. “L’estate ha visto molti territori colpiti da incendi, prevalentemente dolosi. E allora il primo provvedimento […]

[…]