Mercogliano, insulti e lite tra consiglieri comunali: rissa sedata dai Carabinieri

Divergenze di vedute finite in rissa: dapprima uno scambio di invettive a distanza, nel pieno rispetto delle norme anti covid-19, poi un susseguirsi di insulti e il lento avvicinarsi di un consigliere comunale verso il collega.

Dallo scambio di vedute politiche si è passati alle mani, sono volati insulti e spintoni, il peggio è stato evitato per il fattivo intervento degli altri consiglieri comunali.

Momenti di alta tensione, urla e spintoni, con il provvidenziale intervento dei Carabinieri che sono riusciti a sedare la lite.

E’ successo a Mercogliano, durante il consiglio comunale che è stato ovviamente sospeso ed è ripreso, poi, tra l’imbarazzo dei presenti e del sindaco Vittorio d’Alessio.

Parte dei consiglieri comunali in presenza, gli altri in diretta streaming. L’indecorosa azione è stata vista in diretta da centinaia di cittadini che seguivano il consiglio comunale di Mercogliano.

La lite e le urla

Dapprima un acceso confronto a distanza, dai banchi del consiglio comunale, tra l’assessore alle finanze Pasquale Ferraro e il consigliere di minoranza Modestino Gesualdo. Quest’ultimo, sentitosi offeso per le espressioni pronunciate da Ferraro, s’è avvicinato verso l’altro consigliere comunali per chiedere spiegazioni.

Si è quindi passati alle vie di fatto, con una rissa che ha visto protagonisti i due consiglieri comunali con gli altri colleghi che a malapena sono riusciti a dividere i contendenti, fino all’arrivo dei Carabinieri che hanno posto fine alla rissa.

Il tutto è andato in diretta durante la trasmissione in streaming del consesso civico di Mercogliano, dopo tre ore e 44 minuti di lavori.

Da quel momento la diretta è stata oscurata ma è stato possibile continuare ad ascoltare lo scambio di insulti e di accuse tra i due consiglieri comunali.

Nulla da aggiungere rispetto a quanto riportato dalle immagini della diretta streaming che raccontano quanto avvenuto: chi ha voglia di vedere quanto avvenuto, può andare da 3:42:00 in avanti, continuando poi ad ascoltare le voci dei protagonisti, con le immagini poi oscurate.

Clicca qui per le immagini e l’audio

3

Quanti vogliano invece accontentarsi delle foto, ecco qui sotto quelle che immortalano quanto avvenuto, sotto gli occhi del sindaco che ha continuato a suonare la campanella senza riuscire a coprire le urla e gli insulti.

Ultimi Articoli

Top News

In tempo di Covid +77% reati online contro minori

4 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La pandemia ha investito le vite di tutti noi, ci ha cambiato profondamente in un tempo brevissimo. I bambini hanno subito uno stravolgimento del loro mondo: sono stati tutti obbligati ad avvicinarsi alle nuove tecnologie per poter seguire l’attività scolastica, mantenere i rapporti con i compagni, poter sentire vicini i nonni. Il […]

[…]

Top News

Franceschini “La cultura sta ripartendo in sicurezza”

4 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La cultura sta ripartendo e la sfida è dimostrare che si può usufruire di arte, di cinema e di spettacolo anche con misure di sicurezza scrupolose, come è doveroso. Questo sta avvenendo nella riapertura delle mostre, dei musei, dei cinema e dei teatri: è la sfida dei prossimi mesi e penso che […]

[…]

Top News

Visco “Clima e pandemia problemi globali, serve cooperazione”

4 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il cambiamento climatico e la pandemia sono i problemi globali più importanti dei nostri tempi. I due fenomeni sono correlati, in quanto molte delle cause profonde del cambiamento climatico, come la deforestazione e la perdita di habitat, aumentando le possibilità di contatto tra le persone e la fauna, amplificano anche il rischio […]

[…]

Top News

Coronavirus, 9.116 nuovi casi e 305 decessi in 24 ore

4 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Crescono i nuovi casi di coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore si contano 9.116 nuovi positivi contro i 5.948 registrati ieri a fronte di 315.506 tamponi effettuati, numero che fa crollare il tasso di positività al 2,88%. Secondo il bollettino del Ministero della Salute i decessi tornano a crescere riportandosi sopra […]

[…]