“Mancini”: niente aule alla “Solimena”, Giaquinto resta ottimista

Liceo Mancini: continua la corsa contro il tempo per trovare tutte le aule necessarie ad evitare da metà febbraio i turni pomeridiani. Stamane incontro al comune di Avellino. Intorno allo stesos tavolo il sindaco Paolo Foti, l’assesore ai Lavori Pubblici Costantino Preziosi, il consigliere provinciale con delega all’edilizia scolastica, Girolamo Giaquinto, e i rappresentanti della scuola media Solimena. Foti ha confermano la disponibilità delle venti aule (12 a San Tommano e 9 a rione Parco), ma ha dovuto fare marcia indietro sulle 9 della Solimena dove c’è una precisa prescrizione dei vigili del fuoco: l’unica uscita in situazioni di emergenza non può essere utilizzata in maniera promiscua. A questo punto – dunque – mancano ancora all’appello tra le 5 e le 6 aule che potrebbe anche essere ricavate dai due plessi offerti dal comune. Giaquinto continua ad essere ottimista: “Entro metà febbraio niente più turni pomeridiani per gli alunni del Mancini” – ha ripetuto al termine del vertice a piazza Del Popolo. ’incontro di stamane con il sindaco di Avellino Paolo Foti.

Ultimi Articoli

Top News

Covid, Macron reintroduce lockdown con chiusura fino al 1 dicembre

28 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Nel giorno in cui la Francia sfiora i 70 mila contagi in 24 ore, il presidente Emmanuel Macron si presenta in tv all’ora di cena e annuncia il lockdown a partire da venerdì. “Siamo sopraffati dall’accelerazione dell’epidemia” ammette.“I nostri ospedali saranno pieni, se non diamo un colpo mortale oggi i medici dovranno […]

[…]

Top News

Aperti gli ordini per nuovo Opel Crossland

28 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Gli ordini per il nuovo Opel Crossland sono aperti. Il nuovo modello compatto e fresco è disponibile a partire da un prezzo di 20.850 euro, completo di sistemi avanzati di assistenza alla guida come, per esempio, il Lane Keep Assist, oltre a climatizzatore e radio digitale. L’ampia scelta di allestimenti spazia da […]

[…]

Top News

Coronavirus, Arcuri “ospedali troppo affollati, più test e cure a casa”

28 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “Meno ricoveri quando non sono necessari, più attrezzature per le terapie intensive, più capacità degli ospedali per i ricoveri con strutture provvisorie e ospedali da campo, come abbiamo già fatto durante la prima ondata. E si riprende il sistema di collaborazione tra le Regioni per trasferire i malati nei luoghi dove c’è […]

[…]