La relazione della Dia: “Irpinia sotto attacco dei clan criminali napoletani e casertani”

La direzione investigativa antimafia ha pubblicato la relazione sull’attività svolta relativamente al secondo semestre del 2017. Per quanto riguarda la provincia di Avellino, si legge, “il contesto criminale della provincia Irpina risente dei condizionamenti di gruppi napoletani e casertani. Le aree in cui la pressione delinquenziale è maggiore sono il Vallo di Lauro, il Baianese, la Valle Caudina, il comprensorio Montorese-Solofrano, l’alta Irpinia e l’Arianese”.

“Nella zona di Quindici e in altri comuni del Vallo di Lauro opera la famiglia CAVA, storicamente antagonista del clan GRAZIANO, anche questa originaria di Quindici. Alcuni eventi che hanno riguardato i due sodalizi potrebbero incidere su futuri assetti: si tratta del decesso, il 29 novembre 2017, del capo del clan CAVA, al quale potrebbe succedere il figlio, e della scarcerazione, il 31 novembre 2017, dei due figli del capo del gruppo GRAZIANO. Nel Vallo di Lauro opera anche la famiglia SANGERMANO, il cui capostipite (deceduto) era ritenuto elemento apicale del gruppo CAVA: il sodalizio può contare sulla scarcerazione, il 21 novembre 2017, di un elemento di spicco, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, a Lauro”.

“Ad Avella e Baiano e nei comuni limitrofi è presente il sodalizio denominato ‘Nuovo Ordine di Zona’, mentre nel capoluogo, opera il clan GENOVESE, con proiezioni anche sui territori adiacenti. Nella Valle Caudina permane la supremazia del gruppo PAGNOZZI, con importanti proiezioni nella Capitale, storicamente legato ai CASALESI, a sodalizi dell’hinterland napoletano ed a clan operanti in provincia di Benevento (SPERANDEO, ESPOSITO di Solopaca, IADANZA/PANELLA di Montesarchio)”.

“Le attività criminali prevalenti sono il traffico, la vendita di sostanze stupefacenti e le estorsioni in danno di imprenditori e commercianti locali. Il 27 ottobre 2017 è stata nominata la Commissione di accesso presso il comune di Pago del Vallo di Lauro, per presunti fenomeni di infiltrazione mafiosa”.

Ultimi Articoli

Altavilla Irpina

Covid, altri 60 positivi in Irpinia

18 Novembre 2021 0

Percentuale di nuovi positivi al 6,8 in Irpinia. Più del doppio di quella regionale. L’Azienda Sanitaria Locale ha comunicato che, su 882 tamponi effettuati, sono risultate positive al COVID 60 persone. Continua a preoccupare il […]

Cultura ed Eventi

Black Days, dal 26 novembre al 5 dicembre

18 Novembre 2021 0

Sempre più vicino a te. Ora più che mai. Venerdi 26 novembre prendono il via, da Prezioso Casa, i Black Days, ovvero i giorni durante i quali verranno applicati ai clienti gli stessi prezzi riservati ai dipendenti del […]

Attualità

Vaccini, da domani è open day per la terza dose

17 Novembre 2021 0

L’Asl di Avellino rende noto che da domani, giovedì 18 novembre, sarà possibile accedere ai Centri vaccinali attivi, senza prenotazione, per la somministrazione della terza dose addizionale per i soggetti trapiantati e immunocompromessi e della terza dose «booster» per tutti i […]

Calcio Avellino

Avellino, alchimia tattica per un rientro eccellente

17 Novembre 2021 0

di Dino Manganiello Sembra che il camaleonte sia di moda. In tv imperversa grazie alle pubblicità: è il protagonista di quella dei Sofficini (ha pure un nome, Carletto), dello switch Hd Mediaset, ed anche degli […]