La mia disavventura da malato Covid-19: Asl di Atripalda, rispondi?

Chiamano il medico di famiglia, poi provano a contattare l’Asl senza ricevere risposta, si informano presso amici e parenti, alla fine decidono di scrivere ai giornali.

La nostra mail è piena di accorati appelli, denunce e maleparole nei confronti di chi se ne freda dei contagiati al Covid-19.

Ci sono tante storie e quasi tutte eguali.

Ve ne proponiamo una, in modo da rendervi conto di cosa succede nella malaugurata ipotesi di ritrovarsi contagiati al Covid-19.

Questa storia riguarda l’Asl di Atripalda ma le cose non vanno diversamente presso gli altri distretti sanitari irpini.

Ci scrive S.T. (omettiamo il nome per motivivi di privacy).

“Desidero rendere pubblica la mia avventura da malato covid e vi spiego perché in Italia non abbiamo nessuna speranza

Giovedì 22 ottobre ho scoperto di essere positivo al covid grazie ad un tampone molecolare (a mie spese!)

Subito ho fatto attivare tutte le procedure chiamando il Medico di base il quale tramite pec ha subito avvertito l’Asl di Atripalda.

Avrei dovuto comunicare tutti i miei contatti stretti ma ad oggi dell’Asl nemmeno l’ombra

Mia moglie, i miei figli e i miei suoceri sono “segregati” in casa in quarantena senza poter effettuare un tampone e ancora di più senza alcuna risposta da parte loro

I miei 10 giorni di quarantena sono scaduti avrei bisogno di fare il secondo tampone che conferma la mia presunta negatività

Ma di questi “soggetti” nemmeno l’ombra, per colpa loro sono obbligato a restare in casa

Ma la cosa più grave che nè prima, nè durante e nè dopo la quarantena si sono fatti vivi

Io mi chiedo se non svolgete nemmeno la vostra mansione che ca…o ci state a fare?

VERGOGNATEVI…!!!

Ovviamente “vergognatevi” è indirizzato all’Asl a cui offriamo la disponibilità di eventuale replica rispetto a quanto pubblicamente denunciato da S.T. la cui denuncia è contenuta pure in un video in nostro possesso.

Piuttosto, bene farebbe S.T. a indirizzare la stessa denuncia ai Carabinieri di Atripalda, per quanto di competenza: gli uomini della Benemerita sicuramente rispondono alle istanze dei cittadini.

Ultimi Articoli

Top News

Dl bollette, Cingolani “Aumenti per 9 mld, compenseremo con 3,5 mld”

23 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Un anno fa il gas per produrre un Megawattora costava 40 euro, oggi invece 150. Questo non è solo un problema dell’Italia, perchè c’è più richiesta e si sono spostati i flussi. Ci sarà una richiesta enorme di gas. C’è un movimento energetico globale che dobbiamo controllare”. Così il ministro della Transizione […]

[…]