Indagine epidemiologica nella valle del Sabato, in tanti firmano la petizione

“A soli tre giorni dall’inizio della petizione popolare che chiede all’ASL di Avellino una indagine epidemiologica conoscitiva delle criticità ambientali a tutela della salute delle popolazioni e per la salvaguardia dei territori di Tufo e della Valle del Sabato, si sono registrate oltre trecento sottoscrizioni” inizia così la nota di MoviMenti Locali. .

“Un risultato molto incoraggiante, considerato che i sottoscrittori sono più della metà degli aventi diritto nel comune di Tufo, ai quali occorre aggiungere quelli provenienti da altri comuni, il che dimostra una grande sensibilità da parte della popolazione su tale problematica”.

“Nell’esprimere a tutti i cittadini firmatari il più vivo ringraziamento per la preziosa collaborazione offerta si comunica che la petizione continuerà nei prossimi giorni sia in pubblico che domiciliarmente, questo per venire incontro alle esigenze della popolazione anziana e di quella residente nelle aree esterne e rurali del comune che ha già manifestato una volontà in tal senso” .

“Si informa, infine , che ieri mattina una delegazione dell’Associazione ‘Salviamo la Valle del Sabato’, a cui aderisce il nostro movimento di Tufo, guidata dal Presidente dott. Franco Mazza, si è incontrata con la Direzione dell’ A.R.P.A.C. di Avellino per chiedere un’attività di monitoraggio costante dei suoli, dell’aria e dell’acqua dei nostri territori .  Al termine di una discussione franca e costruttiva è stato assunto l’impegno di entrare nello specifico delle questioni tecniche di rilevamento attraverso l’introduzione di centraline più adeguate a questa particolare esigenza , continuando il confronto sulla prevenzione da parte di tutti gli attori del territorio, facendo sinergia tra enti preposti, comuni, aziende e comitati” – conclude la nota – .

Ultimi Articoli

Top News

Salvini “Il reddito di cittadinanza vada solo a chi non può lavorare”

23 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sul reddito di cittadinanza la posizione della Lega è chiara, va confermato a chi non può lavorare e queste persone vanno aiutate perchè nessuno può essere dimenticato. Il problema è che ci sono migliaia di persone che incassano fino a 1.000 euro al mese che non vogliono lavorare e rifiutano i lavori […]

[…]

Top News

Dal Consiglio dei Ministri via libera al decreto contro il caro bollette

23 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge per il contenimento degli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e del gas nel quarto trimestre 2021.Le nuove misure intervengono a vantaggio degli oltre 3 milioni di persone che beneficiano del “bonus energia”: nuclei che hanno un Isee inferiore a 8265 […]

[…]