Il triste primato di Avellino

Un gravissimo attentato di chiara natura malavitosa compiuto ai danni di una impresa di trasporti, seguito da una sparatoria che aveva probabilmente l’obiettivo di uccidere un giovane pregiudicato. Sono gli ultimi due eclatanti fatti di cronaca accaduti a poca distanza di giorni e di luoghi tra la zona industriale e la periferia di Avellino. Scenario che conferma il livello di pericolosità che ha raggiunto la malavita organizzata anche nella città capoluogo, nonostante le operazioni anticamorra condotte negli ultimi anni. In particolare l’agguato computo tra San Tommaso e rione Quattrograna dimostra che la città di Avellino è il teatro di una vera e propria guerra fra gruppi di giovani criminali disposti a tutto per conquistare il dominio del territorio, imponendo le tipiche attività camorristiche come lo spaccio di droga e il racket delle estorsioni. I tentativi di omicidio commessi in pieno giorno tra Avellino e i comuni limitrofi negli ultimi mesi solo per puro caso non hanno provocato morti, né fra le vittime designate, né fra innocenti. Anche gli arresti compiuti evidentemente non hanno scalfito una organizzazione criminale che evidentemente è molto più forte di quanto si possa pensare: uno scenario che almeno nel suo grado di rischio è del tutto simile a quello napoletano ma purtroppo molto meno considerato dalle istituzioni.
Eppure la reazione della città è del tutto assente: un clima di rassegnazione, peggio ancora di assuefazione caratterizza i cittadini, le associazioni e le forze politiche. Nessun amministratore, a cominciare dal sindaco Festa, dagli esponenti della opposizione, dai parlamentari nazionali e regionali (Avellino dovrebbe ancora potere contare sulla presenza di un sottosegretario all’Interno) ha pensato di dovere esprimere almeno una dichiarazione di facciata. Parlare di camorra non è facile né bello. Ma continuare a evitare di guardare in faccia alla realtà sta inesorabilmente aggravando la situazione.

Ultimi Articoli

Cultura ed Eventi

Esiste l’inquilino sicuro: ecco chi è

8 Dicembre 2021 0

Esiste l’inquilino sicuro? Ossia quell’inquilino che non crea problemi di morosità e che garantisce nella massima serenità la rendita di un immobile?Gianluca Russo, Ceo di Solo Affitti Avellino ci ha spiegato come funziona la politica del marchio Solo Affitti , […]

Attualità

A Summonte melodia antistress grazie a tiglio secolare

7 Dicembre 2021 0

Ha più di 240 anni ed è censito nello speciale elenco degli alberi monumentali d’Italia. Oltre a rappresentare da sempre uno straordinario valore estetico e paesaggistico. Ma ora diventa anche strumento “terapeutico”. Si tratta del […]

Attualità

Covid in Irpinia: 50 positivi. 17 ad Avellino

7 Dicembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 917 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 50 persone: – 1, residente nel comune di Aiello del Sabato; – 2, residenti nel comune di Avella; – 17, residenti nel […]

Cervinara

Evade più volte dai domiciliari, 50enne condotto in carcere

7 Dicembre 2021 0

Ristretto ai domiciliari per evasione, aveva più volte posto in essere comportamenti incompatibili con la prosecuzione della misura alternativa a cui era sottoposto. La puntuale refertazione di quanto rilevato dai Carabinieri della Stazione di Cervinara […]