Il Coronavirus non ferma lo spaccio di droga: arrestato 23enne, denunciato il complice

Il Coronavirus non ferma lo spaccio di droga in Irpinia.

I Carabinieri della Stazione di Grottaminarda hanno arrestato un 23enne già noto alla Forze dell’Ordine e denunciato il complice 19enne, entrambi del posto, con l’accusa di Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I fatti si sono svoti nel pomeriggio di ieri, in un parco pubblico di Grottaminarda. I Carabinieri hanno bloccato i due giovani, sorpresi mentre cedevano ad un ragazzo una dose di marijuana.

Altre dosi sono state rinvenute all’esito della perquisizione, occultate negli slip del 19enne.

Condotti in Caserma, su disposizione della Procura della Repubblica di Benevento il 23enne è stato tratto in arresto e sottoposto ai domiciliari mentre per il complice, incensurato, è scattato il deferimento in stato di libertà alla medesima Autorità Giudiziaria.

La droga, unitamente a 15 euro in contanti, probabile provento dell’illecita attività di spaccio, è stata sottoposta a sequestro con un bilancino di precisione rinvenuto nel corso della perquisizione nell’abitazione dell’arrestato.

Il giovane acquirente è stato segnalato alla competente Autorità Amministrativa.

__

Ultimi Articoli