Ferragosto di sangue a Caposele: aggredisce la convivente e si accoltella

Ha prima aggredito la convivente poi, all’arrivo dei Carabinieri si è inferto alcuni tagli all’addome con un grosso coltello da cucina. E’ accaduto stanotte a Caposele, dove i militari dell’Arma hanno tratto in arresto un 50enne, per i reati di lesioni personali e violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Ai Carabinieri è giunta la segnalazione di una lite in famiglia. Sul posto è arrivata una pattuglia della locale Stazione, già impegnata in giri di perlustrazione nell’ambito del servizio “Ferragosto Sicuro” disposto dal Comando Provinciale di Avellino.

All’arrivo i militari sono stati accolti da una donna, visibilmente agitata, aggredita qualche minuto prima dal convivente. All’esito di specifici accertamenti, l’Autorità Giudiziaria ha disposto l’allontanamento d’urgenza del 50enne dalla casa familiare.

L’uomo, non gradendo il provvedimento, con un coltello da cucina si è procurato delle ferite all’addome, cercando poi di aggredire i Carabinieri, lesti nello schivare i colpi e a bloccare il malintenzionato. 

Il 50enne, dopo le cure mediche, è stato dichiarato in arresto ed associato alla Casa Circondariale di Bellizzi Irpino, in attesa di essere giudicato con la formula del rito direttissimo.

Ultimi Articoli