Fca dice addio ai motori diesel a partire dal 2022. Preoccupazione a Pratola Serra

Fca dice addio ai motori diesel a partire dal 2022. Il corollario: un’accelerazione di Fca sul fronte delle motorizzazioni ibride, benzina più elettrico.  Ad anticipare la notizia un articolo del Financial Times. Alla base della decisione del gruppo Fca il crollo della domanda ed i costi crescenti per rendere la tecnologia in linea con gli standard delle emissioni imposti dalle più recenti normative a livello europeo e americano. La novità riguarderà tutti i brand, da Jeep a Ram, da Dodge a Chrysler, da Maserati ad Alfa Romeo e Fiat. L’annuncio verrà dato il primo giugno in occasione del nuovo piano industriale e finanziario che Marchionne illustrerà a Balocco.

Una notizia che rischia di avere ricadute negative anche per l’impianto Fca di Pratola Serra che ha proprio nella produzione dei motori diesel il suo core business. Sono due gli stabilimenti Fca in Italia dedicati alle motorizzazioni Diesel, Fca Vm Motori e Fca Pratola Serra, complessivamente occupano circa 3.000 lavoratori e nel 2017 sono stati prodotti circa 461.000 motori diesel.

A questo punto diventa importante capire quali risultati verranno fuori dal tavolo attivato al Ministero dell’Economia coi sindacati per provare ad immaginare un futuro per l’automotive

Ultimi Articoli

Top News

Gregoretti, pm Catania ribadisce non luogo a procedere per Salvini

10 Aprile 2021 0
CATANIA (ITALPRESS) – L’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini, nella vicenda dello sbarco dei migranti dalla nave Gregoretti, al centro dell’udienza preliminare in corso nell’aula bunker di Catania “non ha violato alcuna delle convenzioni internazionali”, le sue scelte sono state “condivise dal Governo” e la sua posizione “non integra gli estremi del reato di sequestro di […]

[…]

Top News

Bonomi “Recupero dell’economia italiana a fine 2022”

10 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Le esportazioni di beni e servizi nello scenario di Confindustria dopo una caduta di circa il 14% nel 2020, saliranno di oltre l’11% nel 2021 e del 7% nel 2022. Il mercato internazionale continua a fornire uno slancio rilevante alla ripresa delle aree europee e alla competitività delle merci italiane. Le vendite […]

[…]

Top News

In 5 anni aumenti medi Tari del 2,4%, a Trapani il costo maggiore

10 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Tra il 2016 e il 2020, ovvero in 5 anni, la Tassa sui Rifiuti (TARI), aumenta mediamente del 2,4%, mentre nell’ultimo anno l’aumento è pari allo 0,8% sul 2019. “In valori assoluti, spiega Ivana Veronese – Segretaria Confederale UIL – le famiglie italiane verseranno, nel 2020, nelle casse comunali, in media 307 […]

[…]

Top News

Coronavirus, Salvini “Su riaperture non è schedina totocalcio”

10 Aprile 2021 0
CATANIA (ITALPRESS) – “Bisogna fare di più e più in fretta, il tema vaccini sta correndo, archiviati i miliardi di sprechi e le primule di Arcuri l’obiettivo cinquecento mila dosi al giorno entro aprile è possibile, sempre che l’Europa non si metta di traverso”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini, oggi a […]

[…]