Disastro a Pianodardine, cause e responsabilità: aperta un’inchiesta

Il Procuratore Aggiunto del Tribunale di Avellino, Vincenzo D’Onofrio è arrivato a Pianodardine intorno alle 15.10, accompagnato da uomini in divisa della Polizia e dei Carabinieri.

La Procura vuole vederci chiaro.

L’incendio è avvenuto a Pianodardine, che ricade nel territorio comunale di Avellino.

Sono interessati numerosi comuni limitrofi, da Atripalda a Pratola Serra, da Montefredane a Montefalcione, a Tufo.

E’ possibile vedere la colonna di fumo anche dalla periferia nord di Avellino, zona Torrette di Mercogliano (vedi foto qui sotto)

C’è paura comprensibile tra la popolazione, i centralini dei vigili del fuoco e della Prefettura sono intasati con le tantissime chiamate che giungono da cittadini e da operatori dell’informazione.

Allertato pure il pronto soccorso dell’Ospedale Moscati di Avellino mentre in zona sono presenti diverse ambulanza per eventuali interventi di soccorso.

Quasi certamente domani, sabato, resteranno chiusi uffici e scuole della zona.

(LEGGI QUI)

I vigili del fuoco sono giunti sul posto dopo circa mezz’ora dal propagarsi dell’incendio e sono ancora all’opera.

3

Una volta spente le fiamme (operazione ancora in corso) dovranno essere stabilite le cause e le responsabilità dell’incendio, che ha colpito lo stabilimento ICS, provocando lo stato d’emergenza emanato dal Prefetto di Avellino, Maria Tirone: evacuate le zone in prossimità dell’incendio.

Si aprirà un’inchiesta, mentre gli uomini dell’Arpac saranno impegnati nel monitoraggio dell’aria, per comprendere i livelli di inquinamento e le possibili conseguenze per la salute dei cittadini.

IrpiniaAmbiente ha sospeso le attività dello Stir a Pianodardine.

Centinaia di pompieri

Oltre 150 vigili del fuoco sono impegnati per domare l’incendio sviluppatosi nel piazzale della Ics.

Alcuni vigili del fuocosono rimasti vittime di intossicazione e soccorsi dai medici presenti con varie ambulanze.

La situazione è considerata ad alto rischio.

L’altissima nube di fumo è visibile da chilometri di distanza. Il timore è che possa essere particolarmente tossica. Gli abitanti di Avellino e dei comuni limitrofi pensano al peggio poichè c’è stato l’allarme della Prefettura che invita la cittadinanza ad evitare di uscire di casa e restare nelle abitazioni fino a quando non ci saranno messaggi e comunicazioni che possano chiarire meglio la situazione che si è creata.

 

 

Ultimi Articoli

Top News

Supercoppa europea al Bayern, Siviglia ko ai supplementari

24 Settembre 2020 0
BUDAPEST (UNGHERIA) (ITALPRESS) – Nella notte di Budapest la sfida tra le due regine d’Europa incorona la squadra più forte sulla carta e alla fine anche la più lucida e in condizione dopo 120′ di gioco. Il Bayern Monaco batte il Siviglia per 2-1 ai supplementari con le reti di Goretzka (34′) e Javi Martinez […]

[…]

Top News

Milan-Bodo/Glimt 3-2, rossoneri allo spareggio con il Rio Ave

24 Settembre 2020 0
MILANO (ITALPRESS) – Missione compiuta per il Milan a San Siro, seppur con alcune difficoltà. I ragazzi di Pioli battono per 3-2 i norvegesi del Bodo/Glimt grazie ai gol di Calhanoglu (doppietta) e del baby Colombo e centrano il pass per i playoff di Europa League, ultimo ostacolo sulla strada verso la fase a gironi, […]

[…]

Top News

Da Regioni linee guida per riaprire gli stadi al 25% della capienza

24 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Stadi e palazzi dello sport pronti a riaprire i cancelli al pubblico fino ad un massimo del 25% della capienza. La Conferenza delle Regioni ha elaborato le “Linee guida per la partecipazione del pubblico agli eventi ed alle competizioni sportive”, si aspetta l’ok dal governo, ma intanto la Regione Lazio si smarca.“Oggi […]

[…]

Top News

Coronavirus, 1.786 nuovi casi in 24 ore

24 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Ancora in aumento i casi di Coronavirus in Italia. Sono 1.786 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore, e 23 i decessi che portano il totale delle vittime a 35.781. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 108.019 tamponi, per un totale di 10.787.694 da inizio emergenza. E’ quanto si legge […]

[…]