Coronavirus, autocertificazione per gli spostamenti: ecco il nuovo modulo

Il Ministero dell’Interno ha messo a disposizione dei cittadini una nuova autocertificazione da utilizzare per gli spostamenti. Quella “vecchia” non è più valida.

Nel nuovo documento pubblicato il 17 marzo bisogna dichiarare che non si è in quarantena. Il Ministero dell’Interno è intervenuto vietando in modo assoluto gli spostamenti a chi è sottoposto all’isolamento fiduciario o, ancora peggio, a chi è risultato positivo al Coronavirus.

Nel nuovo dispositivo voluto dal Ministro Luciana Lamorgese, l’operatore di polizia deve controfirmare l’autodichiarazione, attestano che questa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante, che non dovrà più allegare al lasciapassare la fotocopia del documento di identità.

L’autocertificazione deve esser portata con sé durante gli spostamenti. Per chi effettua in modo ripetuto un percorso, non serve compilarne una nuova ogni volta: ne basta una da presentare al momento del controllo.

Chi è impossibilitato a stampare il nuovo modulo o ne è privo al controllo delle Forze dell’ordine può rilasciare una dichiarazione verbale, che verrà verificata in seguito dall’operatore di Polizia.

Scarica la nuova autocertificazione, cliccando sul link in basso.

Ultimi Articoli