Bufera regionali, Antimafia: ecco chi sono gli “impresentabili” nel collegio di Avellino

Ci sono pure tre candidati presenti nel collegio elettorale di Avellino tra i 9 candidati impresentabili nelle liste per il voto regionale in Campania, i cui nomi sono stati comunicati da Nicola Morra, presidente della Commissione Antimafia.

Cinque di questi sono in liste che appoggiano il governatore Vincenzo De Luca, gli altri quattro seguono il candidato presidente Stefano Caldoro.

Collegio Avellino

Tre di questi sono presenti nel collegio di Avellino: per la “Legge Severino” risulta impresentabile Carlo Iannace (lista per De Luca presidente), che è stato condannato a 6 anni nel 2016 ed è interdetto ai pubblici uffici per 5 anni per i reati di peculato, truffa e falso.

Nello specifico, sottolinea il presidente Morra della Commissione Antimafia, “Iannace venne dichiarato sospeso a decorrere dal 31 marzo 2016 dalla carica di consigliere regionale, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri datato 5 maggio 2016. Ciò per via della condanna comminata al predetto candidato alla pena di anni sei di reclusione e all’interdizione dai pubblici uffici per la durata di anni cinque, in quanto dichiarato colpevole di peculato”.

Gli altri due sono candidati non conformi al codice di autoregolamentazione in quanto rinviati a giudizio, ovvero Sabino Basso, candidato di Campania Libera per De Luca , impresentabile perché imputato di riciclaggio (processo in corso davanti al Tribunale di Avellino); e Orsola De Stefano, di Solofra, imputata di concussione e candidata nella lista della Lega per Stefano Caldoro.

Gli altri 6 in Campania

Gli altri sei candidati alle regionali in Campania, ritenuti dal presidente dell’antimafia “impresentabili” sono:

Maria Grazia Di Scale (Forza Italia Berlusconi con Caldoro), imputata per concussione;

Aureliano Iovine (Liberal-Democratici Campania Popolare per De Luca), imputato per plurimi reati tra cui associazione a delinquere a stampo mafioso;

Michele Langella (Campania in Europa per De Luca), imputato di riciclaggio;

Monica Paolino (Forza Italia Berlusconi con Caldoro), imputata di scambio elettorale politico-mafioso;

Francesco Plaitano (Partito repubblicano italiano per De Luca), già segnalato nel 2015 dall’Antimafia, condannato per estorsione;

Francesco Silvestro (Fi Berlusconi con Caldoro), imputato di concussione.

Ultimi Articoli

Top News

Webuild, approvata semestrale con ricavi superiori a 3 mld

29 Luglio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Nuovi ordini da inizio anno per 9,6 miliardi di euro, che raggiungono 23 miliardi con il mega contratto per la linea ferroviaria ad alta velocità Dallas-Houston. Portafoglio ordini pari a 43,3 miliardi, di cui 34,5 miliardi di construction backlog – focus su infrastrutture sostenibili in particolare mobilità sostenibile e clean water. Ricavi […]

[…]

Top News

Raggiunto in Cdm l’accordo sulla riforma della giustizia

29 Luglio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – E’ stato raggiunto in Consiglio dei ministri l’accordo tra i partiti della maggioranza sulla sulla riforma della Giustizia predisposta dalla ministra Cartabia. Dopo unlunga trattativa, sono state superate dunque le perplessità del M5s circa l’improcedibilità sul reato di aggravante mafiosa nel proesso penale. La riforma, ha commentato il segretario PD Enrico Letta, […]

[…]

Top News

Covid, in Italia 19 decessi e 6.171 nuovi casi

29 Luglio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Ancora un nuovo balzo dei contagi Covid in Italia. I nuovi casi sono 6.171, in crescita rispetto ai 5.696 registrati ieri questo nonostante un numero inferiore di tamponi processati, 224.790, che fa salire il tasso di positività al 2,74%. Tornano ad aumentare i decessi, 19 (+4 rispetto a ieri). I guariti sono […]

[…]

Top News

Giustizia, Durigon “Su riforma stiamo mediando, troveremo soluzione”

29 Luglio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Stiamo mediando, Giulia Bongiorno insieme a Matteo Salvini sta cercando di trovare soluzioni sulla riforma della giustizia”. A parlare è Claudio Durigon, Sottosegretario all’Economia, esponente della Lega, intervistato da ClaudioBrachino per la rubrica “Primo Piano” dell’Agenzia Italpress.Al centro del dibattito i reati legati a mafia, stupro e droga su cui “punire immediatamente […]

[…]

Top News

Bagarre sul Green pass alla Camera, seduta sospesa dopo protesta Fdi

29 Luglio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Bagarre alla Camera dei deputati dove la seduta è stata sospesa dal vicepresidente Fabio Rampelli, di turno alla guida dell’aula. A protestare i suoi colleghi di Fratelli d’Italia per il respingimento della pregiudiziale sul Dl Covid che prevede disposizioni sull’obbligo del Green Pass per lo svolgimento di alcune attività. Fdi chiedeva il […]

[…]