Beccato mentre appicca un incendio. 30enne in manette ad Atripalda

Lo hanno beccato mentre stava tentando di appiccare un incendio. Si tratta di un trentenne che i carabinieri della Compagnia di Avellino hanno tratto in arresto un giovane di Atripalda. I militari della stazione della cittadina del Sabato hanno sorpreso il 30enne che aveva appena appiccato il fuoco a delle sterpaglie sottostante una fitta vegetazione. L’area demaniale interessata dall’incendio costeggia la tratta autostradale e ferroviaria Avellino – Salerno.

I carabinieri avevano notato un fastidioso fumo, particolarmente denso. Sono riusciti ad individuare l’esatto punto in cui era stato appiccato il fuoco e quindi ad indentificare il responsabile che, alla vista della Gazzella, ha tentato di nascondersi. Prima del maldestro tentativo di fuga il giovane ha lanciato qualcosa tra le fiamme. Bloccato ed identificato, a seguito di perquisizione è stato sorpreso in possesso di un accendino, perfettamente funzionante ed ancora caldo.

Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco che hanno domato le fiamme che, l’ambendo l’autostrada, avevano sensibilmente ridotto la visibilità arrecando problemi alla circolazione dei veicoli in transito. Il 30enne è stato dichiarato in stato di arresto, su disposizione dalla Procura della Repubblica diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo.

Nel corso della settimana ben otto persone sono state deferite all’Autorità Giudiziaria irpina (che ha incessantemente coordinato tutte le attività investigative) perché ritenute responsabili di immissione nell’aria di fumi pericolosi nonché combustione illecita di rifiuti: nonostante il divieto decretato con provvedimento Regionale, intenzionalmente avevano appiccato il fuoco per lo smaltimento di sterpaglie e residui vegetali derivanti dalla lavorazione di propri terreni. Tale condotta, oltre ad essere particolarmente pericolosa stante il clima torrido di questi giorni, provocava altresì un evidente senso di fastidio e molestie alle persone residenti nel comune per l’alta concentrazione di fumo nell’aria.

Ultimi Articoli

Top News

Il futuro della fibra ottica, tante le differenze

29 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “Si fa presto a dire rete unica. Se ne parla molto e da molto tempo tanto che tanti – forse prematuramente – la danno già per fatta. Purtroppo, il diavolo si nasconde nei dettagli. E dei dettagli della rete unica se ne parla poco, quasi per niente”. L’analisi, pubblicata sul quotidiano on […]

[…]