Avellino, spaccio di droga nelle scuole: arrestati quattro ragazzi

Sono state emesse quattro misure cautelari nei confronti di quattro ragazzi, indagati per spaccio di stupefacenti.

Si tratta di un 19enne di Avellino, un 19enne di Pietradefusi, un 20enne e un 28enne di Avellino, tutti sottoposti agli arresti domiciliari, in seguito all’operazione dei Carabinieri avviata nel 2018, quando un 19enne venne arrestato per sequestro di persona, estorsione, lesioni personali, furto e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, con l’aggravante di essersi avvalso, nella consumazione del reato, della collaborazione di un minorenne.

Nel corso della perquisizione domiciliare i Carabinieri avevano rinvenuto dei “pizzini” con vari nomi e, a fianco, importi di denaro nonché località di spaccio e tipologia di stupefacente.

La compravendita di sostanze stupefacenti, generalmente hashish, avveniva nei pressi di alcune scuole o all’interno dei cortili degli istituti. Tramite appostamenti, intercettazioni e interrogatori, i Carabinieri della Stazione di Avellino sono riusciti a risalire ai venditori, soliti utilizzare parole d’ordine nel tentativo di eludere i controlli.

“Porta il joystick”, oppure “porta la pizza”, o ancora “giubbini”, “cioccolata”, erano alcuni dei codici scambiati tra i venditori e i compratori per celare l’attività di spaccio, che avveniva generalmente nei pressi di istituti scolastici, a soggetti minorenni, con un minore impiegato da intermediario.

I quattro compariranno di fronte al Gip del Tribunale di Avellino nei prossimi giorni. Intanto il comando provinciale dei Carabinieri di Avellino ha disposto un piano di prevenzione nei luoghi di spaccio.

Ultimi Articoli